Home Parma Proficuo incontro tra Provincia di Parma e Anas

Proficuo incontro tra Provincia di Parma e Anas

E’ stato un incontro proficuo quello tra Provincia di Parma e Anas svoltosi nei giorni scorsi a Palazzo Giordani.

Vi hanno preso parte: per la Provincia il Presidente Andrea Massari, il Delegato alla Viabilità Giovanni Bertocchi, il Capo di Gabinetto Paolo Bianchi e il Dirigente del Servizio Viabilità Gianpaolo Monteverdi, per Anas Aldo Castellari Responsabile Struttura Territoriale Emilia Romagna e Gennaro Coppola Responsabile Gestione della Rete.

Nel corso dell’incontro sono stati presi in esame tutti i temi più importanti, a partire dal nuovo ponte sul Po tra Colorno e Casalmaggiore, per il quale la Provincia ha emesso di recente il bando per il progetto di fattibilità tecnica ed economica secondo le previsioni del relativo Decreto ministeriale.

Il progetto di fattibilità tecnico ed economica, una volta ultimato, verrà consegnato ad Anas.

Si è poi parlato del Ponte sul Mozzola, che interessa la Sp 308 di Fondovalle Taro, strada che la Provincia ha di recente passato ad Anas. In questo caso la Provincia è impegnata a espletare la gara ed eseguire i lavori per la ricostruzione del ponte per consegnare poi il manufatto completato ad Anas.

Inoltre si è trattato della riqualificazione della Ss 62 della Cisa tra Parma e Collecchio sul quale si stanno intensificando gli incontri per addivenire alla formalizzazione di un progetto definitivo.

Sono state poi verificati possibili interventi di razionalizzazione di intersezioni esistenti sulla viabilità di competenza Anas, con particolare riferimento ad alcuni incroci della Massese e dell’Asolana

“Ringraziamo Anas per la disponibilità – ha dichiarato il Presidente della Provincia Andrea  Massari – L’incontro è servito non solo per fare il punto sulle opere avviate, ma anche per rappresentare le necessità di programmazione relative a opere che sono di fondamentale importanza per i nostri territori quali la Via Emilia Bis tra Parma e Reggio, la Pedemontana e la Cispadana. Sono opere fondamentali da affiancare alla autostrada A1 e alla Via Emilia per risolvere i nodi della viabilità ordinaria tra Fidenza e il Modenese.”

 

Articolo precedenteQuattro mesi di guerra in Ucraina, Kiev chiede più armi
Articolo successivoPrevisioni meteo Emilia Romagna, venerdì 24 giugno 2022