Home Motori Il Gruppo Bmw si unisce al Leather Working Group

Il Gruppo Bmw si unisce al Leather Working Group

MONACO DI BAVIERA (GERMANIA) (ITALPRESS) – Il Gruppo BMW rafforza la sua corporate responsibility nel campo della sostenibilità, diventando il secondo produttore automobilistico mondiale ad aderire al Leather Working Group. L’obiettivo dell’organizzazione no-profit e multi-stakeholder è quello di garantire standard ambientali e sociali uniformi per le catene di fornitura della pelle in tutto il mondo e di certificare i produttori. Il Leather Working Group rappresenta circa un quarto dei produttori di pelle del mondo – dalle concerie alle industrie di lavorazione della pelle, dalle associazioni ai rivenditori e agli acquirenti.
“Come leader nella sostenibilità della catena di approvvigionamento, entrare a far parte del Leather Working Group è il prossimo passo logico per noi”, dichiara Nadine Philipp, Head of Sustainability in the Supply Chain, Energy del BMW Group.
Philipp ha inoltre sottolineato: “La pelle è ancora richiesta dai nostri clienti – a seconda del modello e della regione – ed è molto importante nel segmento premium. Ecco perchè sostenere la produzione e la lavorazione sostenibile della pelle presso i nostri fornitori è una priorità per noi. Allo stesso tempo, vogliamo ancora che tutti i nostri clienti nel mondo siano in grado di scegliere il prodotto ottimale per loro, quindi offriamo anche opzioni di equipaggiamento del veicolo senza pelle.” La decisione di unirsi al Leather Working Group si collega direttamente all’allineamento commerciale del BMW Group, con la sua attenzione alla sostenibilità e all’efficienza delle risorse.
Uno degli obiettivi del BMW Group è quello di creare la catena di approvvigionamento più sostenibile dell’intera industria automobilistica. L’approvvigionamento di pelle da strutture certificate è un passo importante sulla strada per raggiungere questo ambizioso obiettivo. Il Gruppo Bmw si rifornisce già di tutta la pelle della BMW iX da un produttore certificato. La pelle naturale usata è conciata con un processo particolarmente ecologico che si basa sull’estratto di foglie di olivo. Il BMW Group offre già delle alternative senza pelle, comprese le opzioni tessili, Alcantara e Sensatec. Il Gruppo sta anche conducendo ricerche su alternative di pelle efficienti dal punto di vista delle risorse, come Deserttex, che è fatto da fibre di cactus, e il resistente e completamente riciclabile Mirum a base di piante, prodotti dalla startup Natural Fiber Welding, in cui BMW i Ventures ha acquisito una quota nel 2021.
(ITALPRESS).