Home Parma Parma: in 1048 sono passati con il rosso all’incrocio tra via Emilia...

Parma: in 1048 sono passati con il rosso all’incrocio tra via Emilia Ovest e via Pini

Sono 1048 gli automobilisti che, dal 25 settembre al 21 novembre, in appena due mesi, sono transitati, in alcuni casi in maniera del tutto volontaria, con il semaforo rosso in via Emilia Ovest, all’intersezione con via Pini.

L’incrocio, infatti, è stato sottoposto al controllo da un dispositivo elettronico, chiaramente preannunciato con apposita cartellonistica stradale. Si tratta di un Photo-red, dispositivo che rileva il transito  con il semaforo rosso. 

La sua attivazione, inoltre, fu annunciata, ai tempi, con un comunicato stampa ad hoc. 

Il sistema ha permesso di verificare, attraverso le immagini registrate, che alcuni automobilisti hanno deliberatamente violato la norma, transitando quando il rosso era già scattato da alcuni secondi. Un comportamento scorretto non solo per chi lo mette in atto ma anche per le implicazioni connesse ai possibili danni provocati ad altri, a seguito di sinistri. 

Il Comandante del corpo di Polizia Locale, Michele Cassano, ricorda che: “Il passaggio con il rosso è punito dall’art. 146 del Codice della strada con la sanzione pecuniaria di 167 euro e la decurtazione di 6 punti sulla patente. In caso di ripetizione della sanzione in due anni, è prevista la sanzione accessoria della sospensione della patente da 1 a tre mesi.”

L’Assessore alla sicurezza, Cristiano Casa, ha dichiarato: “Quando ho visto le immagini, non volevo credere ai miei occhi: il passaggio con il semaforo rosso è un comportamento pericoloso che si basa sul tradimento di una regola fondamentale per la circolazione stradale, cioè la fiducia nel comportamento rispettoso delle regole da parte degli altri utenti della strada, ancora più grave in alcune intersezioni quasi cieche, oppure in condizione di scarsa visibilità. Ed è proprio per contrastare in maniera più decisa questi pericolosi sbadati alla guida che abbiamo deciso di installare altri due impianti semaforici con il sistema photored, al fine di sanzionare decisamente chi pone a repentaglio la sicurezza e l’incolumità degli altri utenti della strada”.

Articolo precedenteAlleggerisce il conto di un reggiano con lo smishing: denunciato dai carabinieri
Articolo successivoSabato 10 dicembre sciopero della dirigenza scolastica