Home Reggio Emilia L’Unione Val d’Enza si rinnova: coordinatrice e Temporary manager al lavoro sulla...

L’Unione Val d’Enza si rinnova: coordinatrice e Temporary manager al lavoro sulla qualità dei servizi

L’Unione Val d’Enza oggi gestisce una mole significativa di servizi per i Comuni: Servizi sociali, Polizia locale, Protezione civile, Servizio informatico, Risorse Umane, Controllo di gestione, Appalti, Politiche educative. Fondata nel 2008, è cresciuta molto rapidamente, con un numero via via più ampio di funzioni gestite ed è riuscita ad aumentare i servizi erogati e generando anche alcuni risparmi.

Attualmente l’Unione gestisce un bilancio di oltre 10 milioni di euro ed ha una dotazione di 74 dipendenti. Il percorso però non è concluso, nel tempo le esigenze dei cittadini si sono evolute e di conseguenza anche l’Unione ha la necessità di adguarsi: sono molte altre le funzioni che i Comuni gestiranno in modo associato, in tutti i casi in cui questa modalità risulti più economica e più efficiente.

Per garantire la migliore organizzazione possibile di tutti i servizi, presenti e futuri, i Sindaci hanno nominato a gennaio una Coordinatrice generale dell’Ente, Dott.ssa Elena Stellati, selezionandola tra una rosa di candidati di elevata competenza. La Dott.ssa Stellati (nella foto), oltre alle funzioni di coordinamento, è Responsabile dell’area Affari generali e finanziari dell’Ente.

Recentemente, si è proceduto ad incaricare un Temporary Manager, figura esterna altamente qualificata (co-finanziata con un contributo della Regione Emilia Romagna), cui è stato attribuito il compito di supportare sia la riorganizzazione interna che il conferimento di nuovi servizi da parte dei Comuni. Il Temporary manager nominato è Studio Poleis, con il coordinamento tecnico del dott. Alberto Di Bella (nella foto).

Il Presidente dell’Unione, Luca Ronzoni (foto), dichiara: “Crediamo che la strada intrapresa sia giusta e che l’Unione sia lo strumento gestionale dei Comuni  utile a generare risparmi, migliorare i servizi e al tempo stesso garantire un presidio del territorio vicino ai cittadini e alle comunità locali.

Abbiamo la necessità di ripartire e per questo abbiamo deciso di rinforzare questo Ente, di dargli nuovo slancio, più consistenza e operatività anche puntando su progetti innovativi, ponendo particolare attenzione ai servizi per renderli più qualificati e professionalizzati.

La Coordinatrice ha pieno mandato da parte dei Sindaci, e con il Temporary manager abbiamo voluto metterle a disposizione le risorse professionali più qualificate per il raggiungimento degli obiettivi”.

 

 

Articolo precedenteA Cavriago un incontro pubblico per fare il punto sulle iniziative ambientali e rilanciare le attività di progettazione
Articolo successivoMourinho “Non è una sfida fra me e Allegri. Orsato? Ha esperienza”