Home Albinea Le politiche giovanili dell’Unione Colline Matildiche premiate dal Bando nazionale Anci “Fermenti...

Le politiche giovanili dell’Unione Colline Matildiche premiate dal Bando nazionale Anci “Fermenti in Comune”

dav

Il progetto “Il Posto giusto” presentato da Albinea come comune capofila, e per l’Unione Colline Matildiche, ha ricevuto un importante riconoscimento dal bando nazionale Anci “Fermenti in Comune”, per la presentazione di proposte progettuali di protagonismo giovanile per il rilancio dei territori.

Albinea si è posizionata al 6° posto a livello nazionale, tra i quasi 500 i progetti in competizione nella categoria dei comuni fino a 15 mila abitanti. Un riconoscimento importante perché testimonia la qualità complessiva della proposta messa in campo, oltre che per le nuove risorse ora a disposizione. Il cofinanziamento infatti, parte del Fondo nazionale per le Politiche giovanili 2019, ammonta a 35.520 euro.

Quella di Albinea è l’unica proposta del reggiano a essere stata finanziata (due in regione tra i piccoli comuni). Le risorse serviranno a rafforzare iniziative già in atto, come il progetto di promozione del volontariato tra i ragazzi delle medie “Al Volo”, o il bando “Idea Giusta”, che sostiene idee creative e progetti di giovani tra i 18 e i 29 anni, così come azioni sperimentali. In particolare le nuove attività in cantiere sono legate alla creazione di spazi collaborativi di co-study, percorsi di accompagnamento e coaching per ragazzi alla ricerca della propria strada, nel mondo del lavoro ma non solo, e alla progettualità “20 e dintorni” per mettersi alla prova, andando ad abitare da soli/insieme a altri giovani, e dedicandosi ad attività di volontariato nella propria comunità.

“Si tratta di progetti di rete che funzionano – spiega l’assessore ai Servizi Sociali del Comune di Albinea Roberta Ibattici – e che vedono le nostre tante associazioni, nel campo dello sport, della musica, del sociale, dell’ambiente e i loro volontari, insieme alle cooperative sociali e al pubblico che aiuta questa rete a fare sistema”.