Home Motori Fiat 500 Hybrid protagonista del nuovo video di Ermal Meta

Fiat 500 Hybrid protagonista del nuovo video di Ermal Meta

TORINO (ITALPRESS) – La Fiat 500 Sport Hybrid è protagonista di “Uno”, il nuovo videoclip di Ermal Meta. Diretto dal regista Tiziano Russo per Kappa Kom, il filmato è un viaggio di parole e musica che mette in risalto il tema dell’inclusione e della gioia di vivere, attraverso la classica “partitella” di calcio, quale metafora della vita, del rispetto reciproco e dell’amicizia. Basta infatti “solo” un pallone per vivere con gioia un momento di aggregazione e allegria. In particolare, nel videoclip l’artista scende dalla sua Fiat 500 Sport Hybrid e raggiunge un gruppo di ragazzi e ragazze, tra le quali Eleonora Goldoni, calciatrice del Napoli, per dare vita ad uno spettacolo colorato, vivo e corale. Alla base del product placement vi è la volontà del marchio Fiat di supportare iniziative e progetti che promuovono i principi di democrazia e inclusione, ma anche di rendere accessibile a tutti le tecnologie più sofisticate.
Proprio come la motorizzazione mild hybrid da 70 CV della 500 Sport, un’unità di potenza ibrida efficiente, compatta e leggera che regala un’esperienza di guida divertente e confortevole, oltre a ridurre consumi e emissioni. Lanciata nel 2020 sulla 500, insieme alla Panda, la tecnologia mild hybrid ha rappresentato l’ingresso di Fiat nel mondo dell’elettrificato e in brevissimo ha portato il brand ad essere un indiscusso benchmark in Europa per la mobilità urbana elettrificata, rendendo l’ibrido accessibile a tutti. Il marchio Fiat, inoltre, da decenni abbina la propria immagine non soltanto a realtà sportive di assoluta eccellenza – come dimostra la prestigiosa e consolidata sponsorizzazione della Figc, in qualità di top partner e auto ufficiale degli Azzurri – ma anche alle numerose discipline che ogni giorno sono praticate a qualunque livello sui campi di gara, nelle palestre o piscine dell’intero Paese: ne è un esempio la lunga cooperazione tra Fiat e il Coni.
(ITALPRESS).

Articolo precedenteEmilia-Romagna, “comunità educanti” in campo contro la povertà educativa
Articolo successivoEsplosione in un edificio a Gubbio, due morti