Home Appennino Reggiano Handbikers in cattedra al Tecnopolo di Reggio Emilia

Handbikers in cattedra al Tecnopolo di Reggio Emilia

Natalia Beliaeva e Claudio Sorvillo – Handbikers

Un decina di classi di scuola secondaria di primo grado dell’Appennino Reggiano (Istituto Comprensivo Bismantova) e di Reggio Emilia saranno venerdì mattina collegate in videoconferenza con il Tecnopolo di Reggio Emilia nella cui sala multimediale verrà allestito il salotto di “Sport a Distanza” promosso congiuntamente da Polisportiva Quadrifoglio Castelnovo ne’ Monti e ASD Cooperatori Reggio Emilia. Nell’occasione due paralleli progetti, quali Multisport ne’ Monti e Pedala in Sicurezza, condivideranno il modulo di sport a distanza dal titolo “Sport, disabilità e Corpo Umano”.

Per gli studenti sarà anche l’occasione per conoscere il Parco Innovazione di Reggio Emilia ed alcuni degli innovativi progetti che ne fanno parte. Uno di questi interseca proprio gli Handbikers che saranno protagonisti del collegamento. La scandianese Natalia Beliaeva, già vincitrice del Giro d’Italia Handbike 2018 e 2019 ed il suo compagni di squadra, il reggiano Claudio Sorvillo, interagiranno con gli studenti raccontando la loro storia di sport e di vita all’interno della quale si è intersecata la gioia di salire in handbike a Reggio Emilia con il Visual Exploration Training, ossia una metodologia di allenamento sull’attenzione alla guida i cui primi test si sono compiuti proprio al Tecnopolo grazie alla collaborazione con ASK Group. L’esperienza degli Handbikers permetterà al dott. Giorgio Guidetti, presidente della Società Italiana di Vestibologia, di portare l’attenzione degli studenti anche su temi del corpo umano alla guida di una bicicletta o di una handbike.

La vista, l’udito, l’equilibrio e la complessità dei segnali che il cervello elabora saranno tradotti in un linguaggio appositamente prescelto per la didattica a distanza dei giovani studenti. Una breve ma significativa parentesi sarà aperta durante la lezione anche sul mondo dei volontari che nello sport giovanile e nella disabilità prestano la loro quotidiana e gratuita opera di assistenza e promozione. Proprio grazie all’opera artigiana di un volontario della ASD Cooperatori, il meccanico Rino Parmeggiani, alla campionessa tetraplegica Natalia Beliaeva è stato montato sulla handbike uno speciale strumento che durante la guida le permette di cambiare marcia con il mento. Conduce la puntata Luca Simonelli.