Home Reggio Emilia Il Comune regala le pec ai cittadini per alleggerire la presenza negli...

Il Comune regala le pec ai cittadini per alleggerire la presenza negli uffici e snellire la burocrazia

Il Comune di Albinea offre ai suoi cittadini un nuovo servizio aderendo alla “Convenzione ANUTEL-ARUBA PEC S.p.A.” allo scopo di fornire gratuitamente caselle di posta elettronica certificata (PEC).

 

Il ricorso alla posta elettronica certificata (PEC) consentirà sia di sveltire le procedure burocratiche, che di alleggerire la presenza fisica negli uffici. Inutile dire quanto tutto ciò sia utile nella fase sanitaria che tutto il Paese sta attraversando.

L’utilizzo della Pec, rispetto al tradizionale invio dei documenti cartacei via posta, specialmente nell’ambito delle entrate comunali, consente l’invio ai cittadini di comunicazioni, modelli di pagamento dei tributi e delle altre entrate, nonché altri avvisi, con una notevole riduzione delle spese di stampa e di recapito per il contribuente, cui non verrebbero più addebitate le spese postali nei diversi avvisi inviati nel corso dell’anno.

Potranno fare richiesta di attivazione della casella di posta elettronica certificata tutti i residenti nel comune.

A tal fine si invitano i cittadini, che intendano richiedere la fornitura gratuita di una casella di posta elettronica certificata (PEC) e l’elezione ad essa di domicilio digitale, a inviare la documentazione allegata, corredata da un documento d’identità, e inviata al seguente indirizzo: rilasciopec@comune.albinea.re.it.

 

Attenzione

Il “Modulo di adesione” va compilato solo nel caso di richiesta di una nuova casella pec,

Nel caso siete già possessori di una vostra pec personale potete inviare solo il modulo di richiesta di “Elezione di domicilio digitale” riportando il nome della casella pec esistente.

 

Notifica arrivo Pec anche sulla propria e-mail

Per facilitare ulteriormente chi attiverà una delle caselle pec messe a disposizione dal Comune, ci sarà la possibilità di essere messi a conoscenza dell’arrivo di una comunicazione sull’indirizzo pec anche senza consultarlo continuamente. Questo grazie al fatto che, attraverso la normale casella mail (con cui le persone hanno maggiore confidenza) si riceverà una notifica di arrivo documenti sulla pec che conterrà ora, data, mittente e oggetto. Una volta ricevuta la notifica il cittadino saprà che, per conoscere l’argomento della comunicazione, dovrà consultare la sua casella di posta certificata.

 

Cos’è la pec

Il servizio PEC (acronimo di Posta Elettronica Certificata) è il corrispettivo di una raccomandata con ricevuta di ritorno con piena valenza legale, in quanto:

garantisce che la provenienza del mittente abbia origine da un indirizzo email certificato;
il messaggio non può essere alterato durante la trasmissione;
il mittente ha la certezza dell’avvenuto recapito del messaggio di posta certificata alla casella PEC destinataria, con la spedizione di una ricevuta di consegna. In caso di smarrimento della ricevuta, è possibile risalire alla traccia informatica delle informazioni svolte. Secondo il D.P.R. 11 febbraio 2005, n. 68 tali dati devono essere mantenuti per trenta mesi in un apposito registro informatico custodito dai gestori stessi: tale registro ha lo stesso valore giuridico delle ricevute.