Home Regione Colla: “La Regione segue con grande attenzione l’ipotesi di vendita delle testate...

Colla: “La Regione segue con grande attenzione l’ipotesi di vendita delle testate del Gruppo Gedi”

“La Regione segue con grande attenzione l’ipotesi di vendita delle testate del Gruppo Gedi. E sui passaggi di questa operazione, delicata dal punto di vista occupazionale, sociale e territoriale per l’impatto che queste testate hanno sulle comunità interessate, terremo costantemente informato il Governo per l’evidente importanza strategica del settore dell’informazione e dell’editoria”.

L’assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla, questa mattina ha incontrato, in videoconferenza, i rappresentanti del Gruppo Gedi insieme alla Federazione nazionale della Stampa, l’Associazione Stampa dell’Emilia-Romagna, i rappresenti dei giornalisti delle redazioni coinvolte, Comitati di redazione e istituzioni dei territori emiliano-romagnoli dove sono radicate le testate coinvolte: Gazzetta di Modena, Gazzetta di Reggio Emilia e Nuova Ferrara, che insieme altoscano Il Tirreno sono coinvolti nell’operazione di vendita.

L’assessore, ai rappresentanti del Gruppo Gedi, ha chiesto “di conoscere, senza violare le norme di riservatezza dell’operazione, i termini della vendita soprattutto per capire i livelli di tutela sociale nonché le garanzie sul futuro editoriale e occupazionale, anche a fronte del clima di incertezza manifestato dai lavoratori delle testate”.

“Il Tavolo istituzionale avviato questa mattina in Regione resta aperto e pronto a procedere in qualunque momento– ha aggiunto l’assessore Colla-. Per questo abbiamo chiesto al Gruppo Gedi, il soggetto venditore, di portare agli acquirenti la richiesta di poterli incontrare rapidamente, prima che l’operazione sia definita”.

 

 

Articolo precedenteRete regionale delle eccellenze al servizio di tutto il territorio: alle Aziende sanitarie dell’Emilia-Romagna oltre 44 milioni di euro per promuovere hub e funzioni sovra-aziendali
Articolo successivoSostegno all’affitto, si allarga in Emilia-Romagna la platea dei beneficiari. Dal fondo regionale oltre 800 mila euro per gli inquilini ‘morosi incolpevoli’