Home Ambiente Tornano con qualche novità a Carpi le “Domeniche ecologiche”

Tornano con qualche novità a Carpi le “Domeniche ecologiche”

Tornano le “domeniche ecologiche” – iniziativa del Piano regionale integrato cui la nostra città aderisce da anni – e tornano con una novità rispetto agli anni scorsi: non saranno più due mensili ma tutte le domeniche del mese, fino al 31 marzo (con tre eccezioni, l’1 novembre, il 27 dicembre e il 3 gennaio in quanto vicine ad altre festività).

La “domenica ecologica” consiste nell’applicare, dalle 8:30 alle 18:30, le limitazioni valide dal 1° ottobre a fine marzo nei giorni infrasettimanali (lunedì-venerdì stessi orari), ossia il divieto di circolazione per tutti i veicoli “pre euro” (a benzina, a gasolio, ciclomotori e motocicli), tutti quelli “euro 1”, nonché tutti i veicoli a gasolio “euro 2” ed “euro 3”.

I provvedimenti come sempre valgono all’interno del perimetro “disegnato” dalle seguenti strade: tangenziale “Bruno Losi”, Provinciale 413, tangenziale “12 Luglio 1944”, vie Griduzza, Cavata, Secchia, Cavale, Lama di Quartirolo, Lama di Quartirolo Interna, Cattani (v. piantina allegata). Sono invece percorribili e accessibili le strade che delimitano il suddetto perimetro, e i parcheggi prospicienti.

Dall’11 gennaio è poi prevista l’estensione del divieto – sia feriale sia domenicale – ad ulteriori categorie di veicoli.

Il Piano regionale prevede inoltre limitazioni nei materiali combustibili per il riscaldamento domestico, e che in caso di superamento dei valori inquinanti rilevato dall’ARPAE, le misure si inaspriscono e si applicano tutti i giorni.

Articolo precedenteLa gamma Suzuki, tutta ibrida e 4×4, vince e convince
Articolo successivoNuove BMW R 1250 GS e R 1250 GS Adventure