Home Casalgrande Festa di Villalunga: arrivederci al 2021

Festa di Villalunga: arrivederci al 2021

La Festa dell’Unita’ di Villalunga 2020 non si svolgerà, a causa delle conseguenze dell’emergenza Covid-19. Lo hanno annunciato oggi, confermando le indiscrezioni dei giorni scorsi, il segretario del circolo PD di Casalgrande Paolo Debbi  e l’on. Andrea Rossi in una conferenza stampa sul Web, che si è svolta alla presenza delle principali testate reggiane ed è anche stata trasmessa in diretta Facebook.

“La valutazione è stata compiuta dal gruppo della Direzione Festa e dai volontari “storici”, che ne costituiscono l’anima e la spina dorsale – sostengono Debbi e Rossi –  ed è chiaro che abbiamo preso questa decisione con amarezza, ma anche con sincera obiettività.

E’ infatti impossibile garantire la sicurezza di volontari e partecipanti, considerata la natura di evento di massa che la Festa dell’Unità, che si svolge al Parco Secchia, riveste da vent’anni. “Prima di tutto -hanno proseguito- occorre avere rispetto dei nostri volontari, soprattutto di quelli che già oggi avrebbero iniziato senza esitazione a montare le strutture: molti di essi si trovano nella fascia di età più a rischio, in caso di contagio.

Estremamente difficile, poi, risulta garantire il rispetto di tutti i necessari e numerosi protocolli relativi al distanziamento, alla sanificazione, alla formazione del personale, alla registrazione delle presenze e alla regolazione dei flussi di persone. Nel rispettare le normative, si rischia di snaturare le tradizionali caratteristiche della festa popolare, autentica e informale, con le sue apprezzate proposte di divertimento e di approfondimento.

Il fatto che ormai si stia tornando a una certa normalità nella vita e nelle relazioni quotidiane, non ci mette ancora al sicuro da un possibile ritorno di una fase epidemiologica e, comprensibilmente, permane ancora tra le persone una certa paura.

Con questo spirito, vi è quindi una grande incertezza sul tipo di risposta che eventi come sagre e feste popolari, da chiunque essi siano organizzati, possano riscuotere. Ne è dimostrazione il fatto che quasi tutti gli eventi dell’estate organizzati in questo modo siano stati di fatto annullati.

Ci sono state anche altre considerazioni che hanno pesato sulla decisione – continuano i due dirigenti del PD –  come ad esempio il non volere generare forme di concorrenza alle attività di ristorazione locali, già provate duramente nei mesi precedenti; mentre non ha mai convinto del tutto l’ipotesi di una eventuale festa ridimensionata nella durata e nella proposta. Chiaramente, il rovescio della medaglia consiste nel fatto che la Festa comunque distribuiva sul territorio centinaia di migliaia di euro al proprio indotto, composto soprattutto di fornitori e diverse realtà del territorio.

Per le considerazioni sopra riportate, dispiace comunque moltissimo non potere far vivere l’estate a Casalgrande attraverso quello che è l’appuntamento estivo più importante della provincia per numero di presenze, e che può contare anche sull’investitura della Regione Emilia-Romagna. Al di là delle bandiere di partito, è un evento che rappresenta una consolidata occasione di socialità e divertimento per tutti.

Prendersi una pausa di un anno non significa però mollare: sono attualmente in fase di studio alcune idee alternative per eventi ad hoc, magari da svolgersi a fine estate. Ma l’appuntamento con la Festa di Villalunga è rimandato al 2021: ci auguriamo che questa futura e speciale edizione si celebrerà in una situazione ritornata normale, sempre al Parco Secchia, con tanta carica e la voglia di proporre qualcosa di veramente straordinario”.

(Paolo Debbi – Segretario Circolo PD Casalgrande)

Articolo precedenteParmigiano Reggiano, firmato il contratto regionale per oltre 200 caseifici sociali
Articolo successivoChiusure notturne su Ramo Verde e A13