Home Cronaca Gli tocca le parti intime per derubarlo del Rolex: denunciata a San...

Gli tocca le parti intime per derubarlo del Rolex: denunciata a San Martino in Rio

Con una mano ha cercato di palpeggiargli le parti intime e con l’altra gli ha sfilato il costoso Rolex che teneva al polso. Mani galeotte quelle della “specialista” del furto di orologi che in pochi giorni nel reggiano ha collezionato la terza denuncia. I carabinieri della stazione di San Martino in Rio, infatti, sono riusciti a identificare l’autrice del colpo risultata una 29enne rumena che solo alcuni giorni fa è stata denunciata per analoghi furti dai carabinieri delle stazioni di Sant’Ilario d’Enza e Bibbiano, sempre in provincia di Reggio Emilia.

In questo caso l’esperta ladra ha colpito con una variante non registrata negli altri due colpi ovvero cercare di distrarre la vittima attraverso il tentativo di palpeggiargli le sue parti intime. Per questo motivo con l’accusa di furto con destrezza i carabinieri della stazione di San Martino in Rio hanno denunciato alla Procura della Repubblica una donna di 29 anni di nazionalità rumena, in Italia senza fissa dimora. La vittima, un 60enne di San Martino in Rio, si trovava a percorrere a piedi la via Roma di quel comune quando giunto all’altezza del viottolo che conduce in piazza della Porta è stato avvicinato da una donna. Dapprima un approccio con alcune informazioni futili per poi passare all’approccio a sfondo sessuale. Prendendogli la mano destra lo abbracciava per poi portare l’altra mano nelle parti intime del 60enne. Stupito e imbarazzato per quanto gli stava capitando l’uomo allontanava di scatto il braccio e la donna che si allontanava velocemente balzando a bordo di un’autovettura di colore nero con vetri oscurati condotta da un complice. Solo dopo il 60enne si avvedeva che la donna gli aveva sfilato con destrezza l’orologio marca Rolex modello DayDate in acciaio ed oro, del valore di alcune migliaia di euro.

Il furto è stato subito denunciato ai carabinieri della stazione di San Martino in Rio che si sono attivati nelle ricerche della ladra riuscita a dileguarsi. Gli accertamenti dei carabinieri di San Martino in Rio, supportati dalla meticolosa descrizione della donna resa dalla vittima in sede di denuncia, portavano i militari a rivolgere le attenzioni investigative sull’odierna indagata, una 29enne rumena in Italia senza fissa dimora, ritenuta una specialista di tali tipi di furti con destrezza, attuati anche con la “collaudata” tecnica dell’abbraccio sexy. A suo carico i carabinieri di San Martino in Rio hanno acquisito incontrovertibili elementi di responsabilità tra cui la certa identificazione, in apposita seduta di individuazione fotografica, da parte della vittima che riconosceva nell’odierna indagata la responsabile del pretestuoso sexy abbraccio seguita dal furto del Rolex. La 29enne è stata quindi denunciata alla Procura reggiana con l’accusa di furto con destrezza.

Le indagini proseguono per cercare di risalire al complice. Al riguardo i militari grazie anche al sistema lettura targhe comunali sono risaliti al modello ed alla targa dell’auto risultata intestata a una connazionale domiciliata a Milano e di fatto irreperibile estranea al colpo. Si tratterebbe di una donna a cui vengono intestate fittiziamente auto solitamente usate per compimento di attività delittuose. La sua posizione in ordine a tale ipotesi è al vaglio dei carabinieri.

Articolo precedenteIn A1 chiusa per una notte l’uscita della stazione di Modena nord
Articolo successivoMinaccia con coltello l’avventore di un bar denunciato a Montecchio Emilia