Home Regione Formazione, percorsi per i minori e i giovani sottoposti a procedimento penale...

Formazione, percorsi per i minori e i giovani sottoposti a procedimento penale finanziati dalla Regione con oltre 450 mila euro

Opportunità di formazione per tutti i giovani dell’Istituto Penale Minorenni di Bologna e per altri 50 ragazzi in area penale esterna. Le ha approvate la Giunta regionale, finanziandole con oltre 450 mila euro di risorse del Fondo sociale europeo.

“Misure concrete per dare ai ragazzi sottoposti a procedimento penale un’occasione di formazione e una prospettiva di futuro- dichiara l’assessore regionale alla Formazione e al Lavoro, Vincenzo Colla-. I percorsi formativi individuati riguardano ambiti professionali molto richiesti dal mercato del lavoro”.

Per i giovani ristretti nell’Istituto Penale Minorenni di Bologna, minori e giovani adulti dai 14 ai 25 anni, i percorsi formativi attengono alle aree professionali della ristorazione e orticoltura, del giardinaggio e della manutenzione del verde, dell’edilizia, manutenzione, falegnameria, tinteggiatura, decorazione e scenotecnica.
Da settembre 2019 è stata avviata l’Osteria Formativa Brigata del Pratello, che offrirà ai giovani che frequentano il percorso ristorativo l’occasione di sperimentarsi in un vero contesto lavorativo, dove mettere in pratica gli apprendimenti.
I giovani frequentanti il percorso edile/scenotecnico realizzeranno invece scenografie funzionali alla messa in scena degli spettacoli del Teatro del Pratello, proseguendo con una collaborazione pluriennale.
Per i 50 giovani in area penale esterna, che cioè stanno scontando la loro pena fuori dal carcere, con diverse misure (misure cautelari, alternative e di messa alla prova domiciliari o in comunità) si realizzeranno percorsi formativi brevi e propedeutici all’attivazione di tirocini.

Articolo precedenteSmart working, arrivano dalla Regione 2 milioni di euro per consolidare e sviluppare questa modalità di lavoro
Articolo successivoDanni gelate: il presidente Bonaccini alla riunione straordinaria della Consulta regionale convocata per la prossima settimana