Home Lavoro Si insedia anche in Emilia-Romagna il SILME (Sindacato Italiano Lavoratori Militari Esercito)

Si insedia anche in Emilia-Romagna il SILME (Sindacato Italiano Lavoratori Militari Esercito)

Anche in Emilia-Romagna nasce il SILME, il Sindacato Italiano Lavoratori Militari Esercito. La reggenza della segreteria regionale è stata affidata Rinaldo Granieri, militare in servizio presso il 7° VEGA di Rimini e tra i soci fondatori del neonato sindacato. L’attuale sede del SILME si trova presso la Camera del Lavoro di Rimini, con la quale ha già intrapreso una fattiva collaborazione. Questa scelta ha l’obiettivo di promuovere e affermare la rappresentanza del SILME anche attraverso la fruizione da parte di iscritte e di iscritti di tutti i servizi della Cgil.

Il SILME, che ha già avuto il riconoscimento del Ministro della Difesa, promuove i diritti di tutte le lavoratrici e lavoratori e l’affermazione del proprio lavoro come strumento necessario alla crescita e allo sviluppo della persona umana e della società, contribuendo ad estendere tali prerogative in ogni ambito e senza distinzione di sesso, di religione o di status sociale. “A Granieri vanno i nostri più sentiti auguri per questo importante impegno nella realtà riminese e regionale, sicuri del suo operato e della sua ferma convinzione di affermare il sindacato dei militari, quale contributo per elevare le condizioni di vita del comparto Difesa oltre a garantire il diritto e la sicurezza dei militari italiani”, dichiara Giuseppe Pesciaioli il segretario generale del SILME. “Il mio passato nella rappresentanza militare ha consolidato in me l’idea della necessità di dotare anche gli appartenenti alle forze armate e alle forze dell’ordine ad ordinamento militare di tutti gli strumenti idonei a garantire il pieno esercizio dei diritti sindacali”, sottolinea Granieri.

Articolo precedenteTiro con l’arco: un successo la 15esima edizione del Trofeo “Città di Vignola”
Articolo successivoAggiornamenti circa le chiusure notturne sul Ramo Verde della Tangenziale di Bologna e sulla A13