Home Sassuolo L’assessore allo sport Ruggeri in merito alla palestra delle Collodi

L’assessore allo sport Ruggeri in merito alla palestra delle Collodi

L’assessore allo sport del Comune di Sassuolo Sharon Ruggeri, risponde ad un articolo pubblicato sulla stampa lo scorso 2 dicembre relativo la palestra delle Collodi, riportando i fatti nel loro reale svolgimento in quanto sarebbero state pronunciate molte inesattezze.

“Innanzitutto preciso che alcun appuntamento è mai stato chiesto al Sindaco, sempre aperto e disponibile a ricevere ed ascoltare i nostri concittadini. Ho personalmente ricevuto più volte il Presidente dell’associazione che ha in gestione la struttura comunale, che con grande educazione e disponibilità si è confrontato con me e con i tecnici per trovare una soluzione al problema in questione”.

Queste le spiegazioni e le misure messe in campo.

1) gli impianti all’interno delle strutture pubbliche sono impostati per raggiungere, negli orari di funzionamento indicati dai gestori, la temperatura di 18 (°C) gradi con una tolleranza di ±0,5°C come previsto da contratto. Tale scelta deriva da norme di contenimento dei consumi energetici e di sostenibilità ambientale a cui l’amministrazione ha scelto di attenersi, considerandole temperature idonee per la pratica sportiva. Sono, tra l’altro, le stesse in tutte le palestre del territorio comunale.

2) si è provveduto ad esaminare le temperature registrate dal gestore calore nelle settimane precedenti l’incontro all’interno della struttura. Dall’esame dei dati si è ritenuto di adottare alcune misure che, a parità di consumi/emissioni, possano migliorare la qualità del benessere percepito in palestra: correggere la curva climatica, anticipando alle prime ore pomeridiane il raggiungimento delle temperatura di esercizio per ridurle in tarda serata; modificare il funzionamento degli aerotermi con l’opportuna taratura delle sonde di minima collegate all’impianto.

3) dopo l’introduzione di questi accorgimenti si è collocato in palestra un dispositivo di rilevazione temperatura, professionale e tarato correttamente (sonda di temperatura – tipo K – testo 110), e sono state rilevate le temperature per diversi giorni sia in loco che dal gestore calore (termostato ambiente) quindi con due distinti controlli.

In entrambi i casi è risultato che la temperatura registrata è nei range previsti dalle disposizioni sopra indicate e che risulta un effettivo innalzamento delle temperature nelle prime ore del pomeriggio.

“Per quanto concerne quello che ci è consentito fare – conclude l’Assessore allo Sport del Comune di Sassuolo Sharon Ruggeri – ci pare di aver messo in campo tutte le verifiche possibili e di non avere lasciato a lungo il problema inevaso. Ci attendiamo dunque il rientro di alcuni atteggiamenti e toni particolarmente polemici da parte degli utilizzatori della palestra”.

Articolo precedenteLa nuova stagione di “Movimenti. Teatri della salute”. Mezzetti: Le performance un mezzo per contrastare i pregiudizi
Articolo successivoTennis, Campionati nazionali a squadre: play out di A2 femminile, lo sSorting batte il TC Cagliari nella gara di andata