Home Economia La vetrina culturale dell’Emilia-Romagna gira il mondo: la Regione sostiene 29 progetti...

La vetrina culturale dell’Emilia-Romagna gira il mondo: la Regione sostiene 29 progetti in 27 Paesi

Dal tour teatrale negli Usa agli spettacoli di danza in Tunisia, dalla promozione della cultura gastronomica artusiana alle rappresentazioni per bambini in Giappone. Una vetrina della cultura dell’Emilia-Romagna all’estero: sono 29 i progetti finanziati con un bando dalla Regione Emilia-Romagna nel 2019 per promuovere e diffondere a livello internazionale la produzione e il patrimonio culturale dell’Emilia-Romagna.

Dalle arti performative alla musica, alle attività espositive e l’editoria, dal documentario a rassegne multidisciplinari: il finanziamento di 291.600 euro va a sostegno di attività culturali negli ambiti più diversi, ma è il teatro il settore con il maggior numero di progetti finanziati (14), seguito da musica e danza. Le attività proposte, già presentate o in svolgimento nell’anno in corso, interessano 57 città di 27 Paesi in Europa, Asia, Nord-Centro-Sud America, Africa, da piccole città a capitali prestigiose quali Parigi, Londra, Praga.

“Il sostegno della Regione Emilia-Romagna alle attività di promozione culturale emiliano-romagnola all’estero- commenta l’assessore alla Cultura, Massimo Mezzetti- avviene in una logica di integrazione con altre politiche regionali di settore e parallelamente a politiche nazionali. Inoltre, grazie all’Accordo sottoscritto con il Ministero degli Affari esteri e Cooperazione internazionale, la Regione lavora da molti anni in stretta e fattiva collaborazione, anche finanziaria, con la sua rete culturale. Si tratta di iniziative di qualità e anche innovative, che fanno parte della ricca proposta del nostro territorio”.

I progetti sono stati valutati tenendo prioritariamente in considerazione, oltre ai curriculum e alla continuità di precedenti attività all’estero, l’idoneità a rappresentare la cultura del territorio, il prestigio e la riconoscibilità delle sedi e delle istituzioni ospitanti, l’impiego di giovani, il coinvolgimento della rete mondiale delle Rappresentanze diplomatiche e culturali.

Dei 37 progetti presentati da istituzioni e associazioni e da professionisti e imprese, 30 sono stati ammessi a contributo e uno si è ritirato.

Oltre a esperienze consolidate, come le tournée di compagnie ed ensemble noti a livello internazionale, sono stati finanziati progetti caratterizzati da un alto valore simbolico o da elementi di forte innovazione, ingredienti che da sempre compongono e identificano la produzione culturale dell’Emilia-Romagna.

Qui i risultati del bando con i progetti sostenuti

Articolo precedenteUn passo indietro dopo due anni in positivo per il settore costruzioni
Articolo successivoModifiche a viabilità e sosta giovedì per la Sassuolissima Night