Home Regione Chiusure notturne in A1 e D14 Diramazione per Ravenna

Chiusure notturne in A1 e D14 Diramazione per Ravenna

Sulla A1 Milano-Napoli Direttissima, per programmati lavori di ordinaria manutenzione degli impianti nelle gallerie, previsti in orario notturno, dalle 22:00 di giovedì 18 alle 6:00 di venerdì 19 luglio, sarà chiuso il tratto compreso tra Località Aglio e Località La Quercia, verso Bologna. Saranno contestualmente chiuse le stazioni di Firenzuola-Mugello e Badia, in entrata verso Bologna e in uscita per chi proviene da Firenze.

Inoltre, dalle 21:00 di giovedì 20 alle 6:00 di venerdì 21 giugno, sarà chiusa l’area di servizio “Aglio est”, situata all’interno del suddetto tratto.
Si precisa che la stazione di Barberino sarà regolarmente aperta in entrata verso Bologna e, all’altezza del km 256+700, il traffico sarà deviato dalla A1 Direttissima alla A1 Panoramica.
In alternativa, chi proviene da Firenze ed è diretto a Bologna, potrà utilizzare la A1 Milano-Napoli Panoramica.

Sempre sulla A1 Milano-Napoli, per programmati lavori di pavimentazione, nelle due notti consecutive di martedì 16 e mercoledì 17 luglio, sarà chiusa la stazione di Reggio Emilia, in entrata verso Milano e in uscita per chi proviene da Bologna, con orario 22:00-6:00.
In alternativa si consiglia di utilizzare la stazione autostradale di Terre di Canossa Campegine o di Modena nord.

Sulla D14 Diramazione per Ravenna, sempre per programmati lavori di manutenzione, sarà chiuso il tratto compreso tra gli svincoli con la SS16, tra l’uscita per Ravenna città e l’uscita per Ferrara, dalle 22:00 di giovedì 18 alle 6:00 di venerdì 19 luglio.
Sarà inoltre chiuso lo svincolo che dalla SS16 per le provenienze da Ferrara, immette nella carreggiata sud della D14 in direzione della SS309 Romea per Venezia.
In alternativa, si consiglia di percorrere la SP Via Faentina-Rotonda dei Fornasari.

Articolo precedenteCalcio, arriva il menu contadino a km 0 per squadre e tifosi grazie all’accordo Coldiretti-Lega Pro
Articolo successivoCaso Avastin-Lucentis, con la sentenza del Consiglio di Stato si chiude definitivamente e positivamente la battaglia avviata nel 2009 dall’Emilia-Romagna