Home Parma Giornata della Memoria a Parma: tutte le iniziative

Giornata della Memoria a Parma: tutte le iniziative

Una sala gremita e raccolta ha seguito la seduta congiunta di Consiglio Comunale e Provinciale che si è svolta a Palazzo del Governatore, culmine delle celebrazioni in programma per Giorno della Memoria 2018. La giornata è stata celebrata attraverso il coinvolgimento di diversi soggetti: Prefettura, Comune di Parma, Provincia di Parma, Istituto Storico della Resistenza (Isrec) e diverse realtà scolastiche.

A condurre il momento solenne, alla presenza delle autorità cittadine, dei consiglieri comunali e provinciali, del Presidente della Comunità ebraica, delle Associazioni Resistenziali e dei perseguitati e deportati politici e militari, e dei rappresentanti delle varie realtà istituzionali e associative è stato il Presidente del Consiglio del Comune di Parma Alessandro Tassi-Carboni.

La consegna del riconoscimento ad alcuni cittadini di questa provincia, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia della guerra da parte del Prefetto Giuseppe Forlani, ha aperto la seduta consiliare.

Gli insigniti di medaglia d’onore sono stati Conti Giovanni, deceduto, militare internato nello Stalag IIA 53 Gepruft-Funfeichen dal 22.10.1943; Sillari Renato Militare internato a Wuppertal dal 08.09.1943 al 14.04 1945 presente alla cerimonia; Tronchi Eugenio, deceduto, internato in Stammalager VIC, Stalag VI A, Emer Ihiserloni Nord dal 08.09.1943 al 15.04.1944; Zatelli Pietro , deceduto, militare internato nello Stammlager IV Torgau, Breslan dal 14.09.1943 al 21.04.1945 svolgendo lavoro coatto presso la fabbrica Eilenburg.

Per l’occasione l’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Parma, rappresentato dal suo direttore Marco Minardi e dai ricercatori Carlo Ugolotti e Domenico Vitale ha presentato una ricerca appena conclusa sul tema delle deportazioni dei prigionieri politici a Parma. L’analisi riporta i numeri dei cittadini deportati ‘per ragioni di sicurezza, perché considerati una minaccia all’avanzata dell’esercito’; saranno 102 e solo 34 saranno i superstiti.

In successione le testimonianze di una rappresentanza di studenti che ha partecipato al ‘Viaggio della memoria 2017’ organizzato da Iserc a Mauthausen. I ragazzi hanno condiviso il loro vissuto e le sensazioni provate durante la visita al campo di concentramento: “la memoria non può essere solo scritta sui libri, va interiorizzata, e solo allora diventerà tua“; “ dopo quello che mi è arrivato dentro dritto allo stomaco, calpestando quel terreno, ho la certezza di avere la responsabilità di tramandare questa memoria”, “ vivere la storia, riportarla al cuore, è l’unico modo per costruire l’oggi”.

Ha concluso la celebrazione una tavola rotonda a cui hanno partecipato il Sindaco Federico Pizzarotti, il Presidente della Provincia Filippo Fritelli, il Presidente della Comunità Ebraica di Parma Giorgio Yehuda Giavarini, il Direttore di Isrec Marco Minardi.

Il gettone presenza di tutti i Consiglieri presenti verrà devoluto ad Isrec per dare la possibilità ad un maggior numero ancora maggiore di studenti di partecipare ai “viaggi della memoria”.

Di seguito il calendario completo delle iniziative in programma:

 

Venerdì 26 gennaio

Cinema Astra – ore 16.30 (replica lunedì 29 ore 16.30)

Un sacchetto di biglie di Christian Duguay (Canada 2017, prima visione) *

Adattamento dell’omonimo romanzo autobiografico scritto nel 1973 da Joseph Joffo, che descriveva la drammatica fuga dell’autore bambino insieme al fratello nella Francia occupata dai nazisti. Biglietto unico € 5,50

Sabato 27 gennaio

Istituto Albertelli – Newton – ore 10.00

Fino a quando la mia stella brillerà

Incontro riservato agli allievi dell’Istituto a cura della Biblioteca Pavese con la giornalista e scrittrice Daniela Palumbo, e presentazione del volume di recentissima pubblicazione da parte della casa editrice Piemme in cui sono raccolti i ricordi di Liliana Segre: gli anni dell’emarginazione, della fuga e della deportazione ad Auschwitz.

Cinema Edison – ore 16.00 (repliche lunedì 29 e martedì 30 ore 16.00)

Paradise di Andrej Konchalovskij (Russia 2016, prima visione, v.o. con sottotitoli) *

Presentato in concorso alla 73ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, il film ha vinto il Leone d’Argento alla miglior regia. Paradise narra tre storie incrociate durante la Seconda Guerra Mondiale: una donna aristocratica russa rinchiusa in un campo di concentramento per aver nascosto a Parigi due bambini ebrei, un poliziotto francese collaborazionista, infine, un ufficiale tedesco delle SS. Biglietti: intero € 7.50, riduzioni € 5,50

Oratorio Novo della Biblioteca Civica – ore 17.00

Proiezione di un film sul tema del Giorno della Memoria

Centro Giovani Federale – ore 17.00

Proiezione di un documentario sul tema della Memoria, seguito da un dibattito guidato dagli educatori del Centro

Lenz Teatro – dalle ore 18.00

Retrospettiva progetto Resistenza Permanente

  • ore 18.00  Kinder_bambini
  • videoproiezione dello spettacolo del 2016 sulla persecuzione dei bambini ebrei di Parma
  • ore 19.00 Rosa Winkel
  • anteprima dello spettacolo del 2018 sullo sterminio degli omosessuali in epoca nazista
  • ore 20.00 Aktion T4
  • videoproiezione dello spettacolo del 2017 sul genocidio dei disabili tedeschi
  • ore 21.00 Exilium – La Grande Cicatrice
  • performance poetico visuale dai Tristia di Ovidio e dalla Todesfuge di Paul Celan

Teatro Due – ore 20.30 (repliche 28 gennaio ore 16.00 e 1, 2, 4, 8, 10 febbraio ore 20.30)

L’Istruttoria di Peter Weiss

Con Roberto Abbati, Paolo Bocelli, Cristina Cattellani, Laura Cleri, Gigi Dall’Aglio, Pino L’Abbadessa, Milena Metitieri, Bruna Rossi, Davide Carmarino (esecuzione musicale) musiche originali Alessandro Nidi, costumi Nica Magnani, luci Claudio Coloretti

regia Gigi Dall’Aglio produzione Fondazione Teatro Due

Domenica 28 gennaio

Piazza Garibaldi – ore 10.00

Pietre d’inciampo

Percorso guidato a cura di ISREC – Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea sulle cinque nuove pietre posate dall’artista Gunter Demning a prosecuzione del progetto di memoria urbana voluto dal Comune di Parma in collaborazione con ISREC, Comunità Ebraica di Parma e associazioni partigiane e dei deportati.

Le pietre sono dedicate a Giorgio Nulla Foà, Renzo Mosé Levi, Ulda Camerini e Giuseppe e Sergio Barbieri. La partecipazione al percorso è gratuita e non necessita prenotazione.

Lenz Teatro – dalle ore 17.30

  • ore 17.30 Kinder_bambini
  • videoproiezione dello spettacolo del 2016 sulla persecuzione dei bambini ebrei di Parma
    ore 18.00 Exilium – La Grande Cicatrice
  • performance poetico visuale dai Tristia di Ovidio e dalla Todesfuge di Paul Celan
  • ore 18.45 Aktion T4
  • videoproiezione dello spettacolo del 2017 sul genocidio dei disabili tedeschi

 

Lunedì 29 gennaio

Cinema D’Azeglio – ore 21.00

La signora dello zoo di Varsavia di Niki Caro (USA, 2017)*

Jan Zabisnki, direttore dello zoo di Varsavia e sua moglie Antonina, dopo il 1939, rischiando la propria vita e quella di loro figlio, metteranno in salvo più di duecento ebrei, amici e sconosciuti, distinguendosi per straordinario coraggio e umanità. La storia eroica di una donna che, pur vivendo in un’epoca di paura e distruzione, ha combattuto per preservare quel che di buono c’è nell’animo umano. Biglietti: intero € 7.50, riduzioni € 5,50

Mercoledì 31 gennaio

Centro Giovani Federale – ore 18.30

Incontro con il musicista Daniele Goldoni

Attraverso i canti dei deportati si racconterà la storia degli uomini che li hanno scritti, le condizioni in cui sono vissuti e troppo spesso sono morti. Storie dei ghetti, dei lager e del viaggio che questi canti hanno compiuto attraverso l’Europa occupata, superando le barriere del filo spinato. L’incontro è rivolto a tutti e ad ingresso libero.

Venerdì 2 febbraio

Convitto Maria Luigia – ore 21.00

Viaggio ad Auschwitz A/R

Compagnia Il Melarancio di Torino, di Luciano Nattino con Gimmi Basilotta (recitazione e scenografia) e Isacco Basilotta (musica dal vivo).

Lo spettacolo mette in scena in modo poetico e personale un viaggio del tutto particolare, quello compiuto dall’attore insieme a un folto gruppo di compagni di avventura dal Piemonte fino in Polonia, ripercorrendo a piedi il medesimo doloroso viaggio di deportazione che nel 1944 portò ventisei ebrei cuneesi da Borgo San Dalmazzo ad Auschwitz. L’ingresso è gratuito ma i posti a sedere sono limitati. È necessario prenotare alla mail: progettomapa@gmail.com, indicando il nome e il numero dei partecipanti

Lunedì 5 febbraio

Auditorium Paganini – ore 16.00

Incontro con Piero Terracina, sopravvissuto al campo di concentramento di Auschwitz

Espulso dalla scuola nel 1938 e arrestato nel 1944, dopo la segnalazione di un delatore, Terracina, a 16 anni, è stato avviato alla deportazione con tutta la sua famiglia: i genitori, la sorella Anna, i fratelli Cesare e Leo, lo zio Amedeo, il nonno Leone David. È stato l’unico a fare ritorno.

A cura di Centro Studi Movimenti con il contributo del Comune di Parma. L’incontro è rivolto principalmente alle scolaresche, ma  ad ingresso libero per la cittadinanza sino ad esaurimento posti.

Venerdì 9 febbraio

Palazzo del Governatore – ore 17.30

Un Giusto sui pedali

Ricordano la figura di Gino Bartali, Giusto fra le nazioni, la nipote Gioia Bartali, Vittorio Adorni campione del mondo di ciclismo, Ulianova Radice Direttrice Associazione “Gariwo, la foresta dei Giusti di Milano”. Iniziativa promossa dal Settore Associazionismo e Partecipazione del Comune di Parma in collaborazione con Istituto Pietro Giordani nell’ambito del progetto “Liberi di Ricordare”.

Ingresso libero sino ad esaurimento dei posti disponibili

Dal 7 al 18 febbraio – Oratorio di S. Quirino

Mostra Adelmo e gli altri – Confinati omosessuali nel Materano

Inaugurazione mercoledì 7 ore 18.00

Orari di apertura: da martedì a sabato ore 10.00 – 13.30 e 16.30- 19.30, domenica 16.00 – 19.30

A cura di Agedo Torino con il Patrocinio del Comune di Parma

Promotori: Agedo Bologna, ANPI, Centro Studi Movimenti, Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti Parma

È stato per adempiere al monito di Primo Levi – Meditate che questo è stato – che vengono qui presentate le brevi biografie di ventotto maschi confinati nella provincia di Matera e quella di una tenutaria di casa d’appuntamenti per omosessuali che subì la stessa sorte.

Si trattava di persone provenienti da ogni parte d’Italia, di condizione sociale prevalentemente disagiata, mediamente trentenni, condannate per lo più a cinque anni di confino, il massimo della pena. Ingresso libero.

Bibliografie e vetrine tematiche nelle Biblioteche Comunali

Fino al 31 gennaio alla Biblioteca Civica esposizione documentaria e vetrina tematica in occasione dell’80° anniversario della promulgazione in Italia delle leggi razziali. Allo Spazio Giovani della Biblioteca Civica bibliografia con titoli rivolti ai ragazzi a partire dagli 11 anni, e alla Biblioteca di Alice con libri per bambini.

Alla Biblioteca Internazionale Ilaria Alpi vetrina tematica di libri e dvd.