Home Cronaca Parma, un arresto per resistenza a pubblico ufficiale

Parma, un arresto per resistenza a pubblico ufficiale

La notte scorsa una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile interveniva a Parma, strada del Taglio, all’ingresso del circolo A.R.C.I denominato “MU”, in quanto era stata segnalata una persona che inveiva nei confronti dell’addetto alla sicurezza del locale. Giunti sul posto i militari operanti riscontravano effettivamente la presenza di un ragazzo 18 enne magrebino ma cittadino italiano intento ad inveire nei confronti dell’addetto alla sicurezza, proferendo nei suoi confronti espressioni ingiuriose e spintonandolo. A quel punto i militari operanti cercavano di riportare verbalmente il ragazzo alla calma, ma lo stesso dapprima li ingiuriava con espressioni del tipo “Sbirri di merda, dovete morire fottuti sbirri infami”, quindi sputava loro addosso, scagliandosi infine contro di loro spintonandoli.

Mentre i due agenti cercavano di placarlo, il giovane si dimenava nei loro confronti con pugni e calci. I due agenti si vedevano così costretti a tradurlo con l’autovettura di servizio presso la Questura, per le incombenze del caso. Anche durante il tragitto a bordo dell’autovettura di servizio, il soggetto continuava ad urlare espressioni ingiuriose verso i militari e a cercare di colpire il vetro del finestrino posteriore con la testa. A causa dei colpi ricevuti i due agenti riportavano lesioni al viso e al ginocchi, e quindi alla mano sinistra e al polso destro.

Il 18enne è in attesa di processo per direttissima e si trova attualmente agli arresti.