Home Cronaca Al parco con la droga, due giovani segnalati a Reggio Emilia

Al parco con la droga, due giovani segnalati a Reggio Emilia

Uno è stato trovato in possesso di una ventina di grammi di hascisc l’altro di altrettanti di marjuana. Si tratta di due differenti controlli eseguiti però nella medesima area: quella del centralissimo parco del Popolo di Reggio Emilia già teatro nel passato di efferati omicidi e risse tra bande rivali dedite allo spaccio di droga in quella che è stata una delle piazze “forti” dello spaccio. E’ successo ieri pomeriggio nell’ambito dell’intensificazione dei servizi nel capoluogo reggiano eseguiti in concomitanza con i festeggiamenti di fine.

Nel dettaglio un 19enne reggiano sottoposto a controlli dai carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Reggio Emilia durante le procedure di identificazione ha evidenziato un certo nervosismo che ha insospettito i militari che hanno approfondito i controlli culminati con il rinvenimento di 20 grammi d hascisc che il giovane occultava nelle manche del giubbino indossato. Analogamente  è accaduto poco dopo per un 18enne di Reggio Emilia che sottoposto ai dovuti controlli è risultato possedere nella giacca del giubbotto indossato una bustina che 18 grammi di marjuana.

Dal parco del popolo i due sono finiti nella vicina caserma sede del Comando Provinciale dei Carabinieri dove nel proseguo degli accertamenti i militari dell’Aliquota Operativa hanno ricondotto le rispettive detenzioni per uso personale non terapeutico. Alla luce di quanto emerso i due ragazzi saranno quindi segnalati quali assuntori di stupefacenti: sulla scorta del rapporto stilato dai Carabinieri i due giovani potranno vedersi sospendere sino a due mesi i documenti di guida ed espatrio posseduti. Relativamente al rinvenimento dello stupefacente, comunque sottoposto a sequestro, i carabinieri hanno avviato le dovute indagini per risalire sia ai pusher che l’hanno ceduto che alla piazza dove è stata spacciata non potendosi escludere che al riguardo lo stupefacente possa essere stato acquistato poco prima dai due ragazzi proprio all’interno del parco del popolo dove sono stati controllati.