Home Cronaca Canali: uccide la sorella poi chiama i soccorsi, arrestato

Canali: uccide la sorella poi chiama i soccorsi, arrestato

Oggi intorno alle 12.30 è stata allertata la polizia dal 118 poichè un uomo aveva avvertito di avere strangolatp la sorella  in via Bologna  a Canali di Reggio Emilia.

Giunti sul posto la pattuglia della Volante con personale del 118 si portava nell’appartamento dove si trovava l’uomo in visibile stato di shock che confermava agli operanti di aver dopo l ‘ennesimo litigio strangolato sua sorella e di aver tentato vanamente il suicidio con un coltello. Il corpo della vittima giaceva sdraiato nel bagno dell’appartamento esanime.

Gli operatori del 118 provvedevano subito al tentativo di rianimare la donna senza però riuscirci, mentre la Volante provvedeva a congelare la scena del crimine. A tal fine giungeva sul posto anche personale della Polizia Scientifica per i rilievi tecnici e l’acquisizione dell’arma da taglio usata per il tentativo di suicidio, mentre la Volante sentiva l’uomo che confermava alla Polizia la confessione dell’omicidio.  A dire dell’omicida l’azione  è derivata da un raptus a seguito dell’ennesimo litigio per dissapori domestici.

Sul posto sono altresì intervenuti il Magistrato di turno Dott. Forte con l ‘ausilio del Medico Legale che ha confermato le cause del decesso.

La salma come disposto dal Magistrato sarà messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per la successiva autopsia e trasportata al Santa Maria Nuova.

L’uomo, classe 1946, è stato tratto in arresto dalle Volanti ed in queste ore verrà sentito con formale interrogatorio dal Magistrato con la presenza dell’Avvocato Vaccari.