Home Reggio Emilia Reggio Emilia, UniCredit riapre Palazzo Pratonieri: completati i lavori di ristrutturazione dello...

Reggio Emilia, UniCredit riapre Palazzo Pratonieri: completati i lavori di ristrutturazione dello storico edificio

A un anno dall’avvio dei lavori di consolidamento e restauro, UniCredit restituisce  ai propri clienti e ai cittadini di Reggio Emilia Palazzo Pratonieri, edificio di pregio del centro storico.

La banca, proprietaria della cinquecentesca dimora, già sede della Cassa di Risparmio istituita nel 1852 da Pietro Manodori, a fine 2016 ha avviato un profondo intervento di ristrutturazione del palazzo, riportando all’antico splendore l’immobile destinato ad ospitare una agenzia innovativa, alcuni uffici di direzione territoriale dell’istituto di credito, la filiale Private di Reggio Emilia e la sede dell’intera Area Private Emilia che comprende le province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

Questa mattina, Andrea Burchi, Regional Manager Centro Nord di UniCredit e Antonella Silingardi, Area Manager di Reggio Emilia della banca, hanno illustrato alle istituzioni cittadine i lavori realizzati nel corso di circa 12 mesi.

Tra i presenti anche Alessandro Capasso, Area Manager Private Emilia;  Claudio Chiosi, Responsabile Area Corporate UniCredit Reggio Emilia; il project manager dell’intervento di ristrutturazione,  Giuseppe De Marco; il presidente della Fondazione del Monte, Gianni Borghi; gli assessori comunali Natalia Maramotti e Daniele Marchi; il Presidente Unindustria Reggio Emilia, Mauro Severi; quello della Provincia, Giammaria Manghi;  quello della Camera di Commercio reggiana, Stefano Landi; e Donatella Prampolini che guida l’Ascom Confcommercio di Reggio Emilia.

Nel corso dell’incontro anche la benedizione impartita da Don Umberto Tagliaferri, Segretario del Vescovo Monsignor Massimo Camisasca; e una visita guidata a cura del professor Massimo Mussini.

Già lo scorso anno UniCredit ha realizzato in città l’imponente opera di consolidamento e riqualificazione della struttura di via Rivoluzione d’Ottobre, adesso “Siamo felici e orgogliosi – ha detto Andrea Burchi – di restituire a Reggio Emilia anche uno dei suoi storici edifici. La ristrutturazione di Palazzo Pratonieri non è solo il restyling di uno spazio prezioso ma costituisce un intervento mirato alla conservazione e alla valorizzazione di un pezzo di storia di Reggio Emilia. E’ uno dei segni tangibili dell’impegno e dell’attenzione di UniCredit per questa città. Qui affondiamo storiche radici e lavoriamo giorno per giorno per accompagnare la crescita del territorio”.

E nell’antica dimora cinquecentesca, avendo cura di mantenere e preservare i tesori storico-artistici che caratterizzano l’immobile di pregio (come l’imponente scalone, le sculture realizzate da Cirillo Manicardi, Enrico Prampolini e altri artisti reggiani; gli arazzi dipinti,  i fregi pittorici e i bassorilievi in bronzo), UniCredit ha allestito una filiale innovativa composta da un team di 20 consulenti che gestisce oltre 6 mila clienti.  Il concept della nuova agenzia è fortemente innovativo, con dotazioni multimediali tecnologiche. Ciò che la caratterizza e la rende unica, tuttavia, è la presenza di spazi interamente riservati alla clientela. Sono previsti infatti salottini per la consulenza, in cui parlare con il proprio gestore; e un’area smart per svolgere comodamente e velocemente operazioni in completa autonomia e navigare in wi-fi.

La filiale è inoltre dotata di un’area self service esterna sempre aperta e offre la disponibilità di utilizzare 3 bancomat, di cui 2 evoluti che, oltre alle consuete operazioni di prelievo e a quelle di versamento di contanti e assegni, consentono di accedere a diverse funzioni di pagamento. Gli ATM saranno inoltre più semplici da utilizzare grazie alla grafica intuitiva e alla modalità touch. I clienti UniCredit, inoltre, potranno attraverso i nuovi Atm (Banco Smart) accedere al servizio Prelievo Smart che consente in tutta sicurezza al correntista di ottenere presso gli sportelli automatici della Banca  l’erogazione di contante con addebito sul conto anche senza utilizzo di carte bancomat. Nella filiale sarà inoltre presente l’innovativa “cassa veloce”, per effettuare anche all’interno in modalità self service tutte le normali operazioni di cassa.

Massima funzionalità dei servizi e alti livelli di consulenza personalizzata sono appunto le leve su cui la banca punta per crescere ancora nell’area di Reggio Emilia dove la struttura commerciale serve circa 110.000 clienti, di cui oltre 6.000 imprese, grazie ad una presenza articolata e all’impegno di un team composto da 460 dipendenti al lavoro nell’area tra 55 filiali, 3 Centri Piccole Imprese, 1 Area Corporate, 1 filiale Private e la sede dell’intera Area Private Emilia che comprende le province di Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

 

Le opere di Palazzo Pratonieri

L’intento che ha guidato UniCredit nei complessi lavori di ristrutturazione di Palazzo Pratonieri è stato quello di consegnare lo storico immobile alla cittadinanza, riportandolo al suo antico splendore.

Oltre dunque alla messa in sicurezza delle parti strutturali danneggiate e ai lavori architettonici per renderlo idoneo ad ospitare la nuova sede della filiale UniCredit, vi sono state ingenti opere di restauro delle parti decorative, degli stucchi, dei decori e di tutte le opere parti  integranti di Palazzo Pratonieri.

A tali lavori non poteva non fare seguito l’allestimento artistico del palazzo, anch’esso volto a stringere maggiormente il legame con il territorio e con i suoi esponenti artistici già presenti all’interno dell’antico immobile.

Per questo motivo sono state riportate a Palazzo Pratonieri (già ricco delle sculture realizzate da Cirillo Manicardi, Enrico Prampolini, di arazzi dipinti,  fregi pittorici e bassorilievi in bronzo), le creazioni di numerosi artisti locali, perché parte integrante del tessuto reggiano, senza dimenticare le due tele di Ottorino Davoli in origine realizzate proprio per il gabinetto del Presidente al primo piano.

Le tele metaforicamente inneggiano alla fatica e ai frutti che da essa se ne traggono, motivo questo ampiamente rappresentato in tutto il palazzo.

Ecco l’elenco delle opere che, dalla sede UniCredit di piazza del Monte sono state riportate in Palazzo Pratonieri:

  • Ottorino Davoli, I frutti della terra, 1916, olio su tela.
  • Ottorino Davoli, Il lavoro della terra, 1916, olio su tela
  • Achille Incerti, Bosco in Inverno, XX sec. II metà, acrilico su tela. UniCredit Art Collection
  • Marino Iotti, Informale, XX sec. fine, olio su tela. UniCredit Art Collection
  • Vittorio Cavicchioni, Astratto, XX sec., seconda metà, olio su tela. UniCredit Art Collection
  • Pompilio Mandelli, Incontro, 1966, olio su tela. UniCredit Art Collection
  • Pompilio Mandelli, Paesaggio, 1976, olio su tela. UniCredit Art Collection
  • Pompilio Mandelli, Incontro, 1966, olio su tela. UniCredit Art Collection
  • Carlo Mattioli, La Badessa di Castro,1980 circa, acquaforte. UniCredit Art Collection

 

A queste si aggiungono le statue:

  • Graziano Pompili, senza titolo, 1997, marmo statuario e patina
  • Graziano Pompili, L’uomo e la sua ombra, bronzo