Home Cronaca Spaccia soldi falsi a commercianti reggiani: arrestato dai Carabinieri

Spaccia soldi falsi a commercianti reggiani: arrestato dai Carabinieri

Un pizzaiolo, un ristoratore e un macellaio, con attività commerciali in provincia di Reggio Emilia, accomunati da uno stesso destino: essersi imbattuti in un abile spacciatore di banconote false che, nel periodo pasquale di quest’anno, è riuscito a raggirarli rifilandogli una banconota da 100 euro ciascuno per acquisiti di basso costo con il fine di ricevere per resto euro autentici.

Le indagini dei carabinieri di San Polo d’Enza, a cui una delle vittime si era rivolto, avevano portato i militari a catalizzare le attenzioni investigative nei confronti dell’odierno arrestato che in quel periodo, come documentato dalle telecamere dei relativi varchi, bazzicava la provincia reggiana. Nei suoi confronti i carabinieri di San Polo d’Enza hanno acquisito incontrovertibili elementi di responsabilità che, condivisi dalla Procura reggiana, hanno visto il PM titolare dell’indagine, richiedere ed ottenere dal GIP del Tribunale di Reggio Emilia l’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Nella serata di ieri i carabinieri della stazione di San Polo d’Enza con la collaborazione dei colleghi di Torre del Greco hanno dato esecuzione al provvedimento arrestando il 39enne S.B. residente a Pollena Trocchia (NA) ristretto al termine delle formalità di rito presso il carcere di Poggio Reale, a disposizione della competente magistratura.

Nell’ambito dello stesso procedimento risulta indagato anche un 40enne di Vola (NA), complice di S.B.. Per i due l’accusa è quella di concorso in introduzione nello stato e spendita di banconote falsificate con l’aggravante della continuazione del reato.