Home Parma Nuovo sito della “Partecipazione”, delega in capo all’Assessore Nicoletta Paci

Nuovo sito della “Partecipazione”, delega in capo all’Assessore Nicoletta Paci

Consigli dei Cittadini Volontari, Cittadinanza Attiva, Consulta dei Popoli e Bilancio Partecipativo sono i quattro macro ambiti a disposizione di coloro che intendono approfondire alcuni argomenti legati a questo tema, particolarmente caro all’Amministrazione, che punta sulla ITC – Information and Communication Technology – per coinvolgere la cittadinanza e renderla parte attiva nelle scelte del Comune. Si tratta di un sito dinamico che promuove il contatto diretto con la cittadinanza raccogliendo proposte e fornendo risposte. Ne hanno parlato, questa mattina, nel corso della conferenza stampa di presentazione, Nicoletta Paci, Assessora alla Partecipazione e Pari Opportunità e Ines Seletti, Assessora all’Informatica ed Educazione del Comune di Parma. Erano presenti diversi esponenti dei Consigli dei Cittadini Volontari.

“Presentiamo oggi un sito web rinnovato per quanto riguarda la “Partecipazione” – ha precisato l’Assessora Ines Seletti – si tratta di uno strumento flessibile, alla portata degli utenti”.

“A breve ci saranno le elezioni dei nuovi Consigli dei Cittadini Volontari – ha spiegato l’Assessora Nicoletta Paci – ed il nuovo sito web della “Partecipazione” risulta strategico a questo fine. Si tratta di un sito web rinnovato nei contenuti e reso più efficace per quanto attiene la sua funzionalità. Qui i cittadini possono trovare varie sezioni dedicate ai Consigli dei Cittadini Volontari, alla Consulta dei Popoli, alla Cittadinanza Attiva ed al Bilancio Partecipativo”.

Per accedere al nuovo sito è sufficiente entrare in quello del Comune di Parma, www.comune.parma.it
e cliccare nella voce del menu “Partecipazione”.

Andiamo con ordine. La prima sezione è dedicata ai CCV – Consigli dei Cittadini Volontari. In essa è possibile sapere: “Che cosa sono”, “Funzioni e obiettivi”, “Chi può farne parte” ed il “Regolamento”. Sempre in questa sezione sono presenti i singoli Quartieri: Parma Centro, Oltretorrente, Molinetto, Golese, San Leonardo, Lubiana, Cittadella, Montanara e Vigatto. E’ presente anche la sottosezione dedicata a “Conferenze e Coordinatori dei CCV”.

Ultima voce della sezione dedicata ai CCV è: “Elezioni CCV”. Si tratta di un ambito importante anche in vista del rinnovo di questi organismi, prevista per il febbraio 2018.

 

L’elezione on line dei rappresentanti dei Consigli dei Cittadini Volontari ha rappresentato un modello a livello nazionale tanto che il Comune di Parma ha ricevuto il premio EGOV 2015 nella categoria servizi digitali per una cittadinanza connessa, nell’ambito di Smau – Milano 2015. Il Comune di Parma ha ricevuto il prestigioso riconoscimento con questa motivazione: “La votazione on line per l’elezione dei Consigli dei Cittadini Volontari rappresenta uno dei primi casi, riusciti, di votazione online attraverso un sistema di token e informazioni che salvaguardano integrità della votazione e rispetto della riservatezza del voto. Esempio da valutare e proporre per votazioni politiche e amministrative”.

La sezione successiva è dedicata alla “Cittadinanza attiva” con la presenza on line del Regolamento, e degli ambiti dedicati a: “Mi impegno a Parma”, “YoungerCard” e “Rigenerazione Urbana”. Si tratta di una sezione dinamica in cui i cittadini possono fare proposte di collaborazione in tema di ambiente, ma anche in ambito sociale al Comune. Due sezioni sono, infatti, dedicate a: “Le proposte dei cittadini” e “Le proposte dell’Amministrazione”. Altre ambiti sono incentrati su: “Patti di collaborazione” ed “Sondaggi”.

La terza sezione riguarda la “Consulta dei Popoli”, anche in questo caso vengono precisati i seguenti punti: “Chi può farne parte”, “Funzioni” e “Contatti”. Altri ambiti sono dedicati a “Composizione”, “Convocazioni e Verbali” e “Regolamento”.

La quarta sezione riguarda il “Bilancio Partecipativo”, uno strumento che ha riscosso l’apprezzamento dei cittadini e dei rappresentanti dei CCV in quanto ha dato la possibilità di proporre piccoli progetti a favore dei singoli quartieri, finanziati dall’Amministrazione, e che verrà riproposto anche nel 2018.