Home Reggio Emilia “Mattinate FAI d’inverno”: per il mondo della Scuola a Reggio Emilia l’1...

“Mattinate FAI d’inverno”: per il mondo della Scuola a Reggio Emilia l’1 e 2 dicembre

Una visita a misura di studente: è questo il cuore e l’anima delle Mattinate FAI d’Inverno, progetto nazionale della Fondazione dedicato al mondo della Scuola, giunto alla sua sesta edizione e in programma in tutta Italia da lunedì 27 novembre a sabato 2 dicembre 2017.

Le Delegazioni FAI apriranno in esclusiva 200 luoghi straordinari, in 120 città italiane, per una settimana di visite guidate dagli Apprendisti Ciceroni®, ossia studenti appositamente formati dalle Delegazioni FAI che, indossati i panni di narratori d’eccezione, raccontano ai giovani delle scuole in visita il valore di questi beni e le storie che custodiscono. Un’esperienza di “educazione tra pari” che privilegia la trasmissione orizzontale del sapere e la partecipazione attiva degli studenti nel processo di apprendimento.

La Delegazione FAI di Reggio Emilia, attraverso FAI Scuola (Settore Scuola-Educazione) e con la collaborazione della Diocesi di Reggio Emilia e Guastalla, del Comune di Reggio Emilia – Servizi Culturali, Istoreco e l’Istituto Superiore di Studi musicali “Peri-Merulo”, promuove le Mattinate FAI d’Inverno con l’obiettivo di far conoscere e valorizzare una testimonianza tra le più significative del patrimonio storico-artistico della città: la chiesa e i chiostri domenicani, facendo vivere agli studenti una esperienza di peer education e di cittadinanza attiva, animata dallo spirito di tutela e valorizzazione del patrimonio architettonico italiano.

“L’iniziativa è – sottolinea l’assessore Raffaella Curioni – uno straordinario progetto di protagonismo delle nostre scuole che vede studenti di tre istituti superiori di Reggio Emilia che accompagnano e raccontano i luoghi significativi della nostra città ad altri studenti, genitori ed insegnanti. Crediamo importante sensibilizzare alla partecipazione e coinvolgere i giovani in azioni che li impegnino a spendere le proprie competenze e conoscenze in progetti che abbiano una valenza civile, sociale e culturale per la loro città. Un modo per sentirsi parte di una comunità che si incontra, apprende e conosce mettendo al centro le giovani generazioni.

Un sentito ringraziamento va alla delegazione del Fai di Reggio Emilia che ogni anno, con impegno e professionalità, si adopera per organizzare queste bellissime giornate di protagonismo e crescita civica”.

L’1 e 2 dicembre, dalle 8.30 alle 13.00, più di settecento studenti (perlopiù reggiani ma provenienti anche da fuori provincia) – suddivisi in circa 30 gruppi, con un centinaio di adulti, tra insegnanti e genitori – con guide d’eccezione del Liceo scientifico Aldo-Moro, del Liceo artistico Gaetano Chierici e dell’Istituto d’Istruzione Superiore Angelo Motti, potranno andare alla scoperta della chiesa costruita per volere dei frati Domenicani, intorno al 1230 e del complesso di San Domenico, nato come convento, divenuto poi caserma e deposito cavalli del regio esercito, quindi un istituto di incremento ippico (Stalloni) dove è stato ospitato, fra tanti notevoli stalloni, anche il mitico Tornese. Dalla fine del Novecento, dopo un laborioso restauro e ristrutturazione voluti dal Comune, è un attivo centro culturale in cui ha sede l’Istituto Superiore di Studi musicali “Peri-Merulo”, la Sala esposizioni e il Polo archivistico che, insieme all’Istituto storico, raccoglie gran parte della memoria della città.

Per Informazioni e prenotazioni. Responsabile FAI Scuola Delegazione di Reggio Emilia architetto Roberta Grassi – email erregrassi@yahoo.it, tel. 335 6464240