Home Ambiente Rifiuti: Cavriago torna ad essere tra i “Comuni Ricicloni”.

Rifiuti: Cavriago torna ad essere tra i “Comuni Ricicloni”.

Oggi, lunedì 27 novembre, l’assessore all’ambiente e vicesindaco Stefano Corradi è andato a Carpi (Mo) alla giornata organizzata da Legambiente, durante la quale sono stati premiati i Comuni Ricicloni della regione, e Cavriago ha ottenuto questo importante riconoscimento per la percentuale di raccolta differenziata.

In particolare, nella categoria dei Comuni tra 5000 e 25000 abitanti, si è aggiudicato il secondo posto in regione (dopo  Medolla di Modena, 89,8%) e il primo in provincia di Reggio per la percentuale di rifiuti raccolti in maniera differenziata urbana, toccando quota 89,4%.

“Un riconoscimento che ci rende molto contenti: significa che siamo tornati tra i Comuni più virtuosi”, afferma l’assessore Stefano Corradi. A novembre 2015 Cavriago ha avviato il Porta a Porta, “un cambiamento importante e sicuramente non semplice per i cittadini ma che, ora, si è tradotto in risultati molto positivi”.

Le novità in materia smaltimento e raccolta differenziata a Cavriago continuano. “Non intendiamo fermarci qui – annuncia Corradi dopo il premio -. Ad esempio nelle aree di raccolta più critiche, stiamo pensando di intraprendere azioni sia di sensibilizzazione, attraverso il posizionamento di cartelli informativi sulla corretta raccolta differenziata, sia di controllo con l’installazione della cosiddetta ‘fototrappola’ contro comportamenti scorretti e incivili. E, per un’ulteriore salvaguardia del decoro ambientale, integreremo i cestini stradali con i cosiddetti ‘fumetto’, ossia è prevista la consegna di contenitori appositamente allestiti per le attività commerciali quali bar, ristoranti, ecc. Infine, stiamo lavorando all’installazione nel 2018, presso il centro di raccolta, di un dispositivo che consenta di registrare i cittadini più virtuosi per poi premiarli con sconti sulla Tari”.

Si ricorda che nel Comune di Cavriago si è passati da una raccolta differenziata nel 2014 pari al 71,99%, nel 2015 al 78,30% a un 91,35% nel 2016 (raccolta urbana più raccolta all’isola ecologica). In particolare, attraverso il Porta a Porta, c’è stato un vistoso incremento di raccolta dell’organico: nel 2015 si registravano 10,3 kg di organico per abitante, nel 2016 si è arrivati a 73,5. C’è stato poi un drastico calo del materiale indifferenziato: dai 326,4 kg/abitante (2015) si è arrivati a 121 kg/abitante (2016). Positivi anche i numeri dei rifiuti raccolti con servizio stradale: i dati complessivi di raccolta del  vetro, della plastica e del barattolame sono di 89,5 kg/abitante nel 2016 (mentre nel 2015 i kg per abitante erano 68,3). La carta e il cartone nel 2014 erano a quota 108 kg/abitante, sono arrivati a 135, 2 nel 2015 e a 135,9 nel 2016.