Home Reggio Emilia Proseguono le lezioni di Unijunior

Proseguono le lezioni di Unijunior

Continua il percorso dell’ottava stagione di Unijunior, il progetto che Unimore, con l’Associazione Leo Scienza, rivolge ai ragazzi fra gli 8 e 14 anni, proponendo loro un percorso di avvicinamento alla scienza e alla cultura con lezioni divertenti, ad alto tasso esperienziale, dedicate a temi curiosi e di grande interesse per i più giovani.

Divulgazione scientifica è la parola d’ordine che contraddistingue l’attività di Unijunior, che nei suoi otto anni di attività ha “laureato” migliaia di ragazze e ragazzi e rientra nelle attività ufficiali di Terza Missione dell’Ateneo, poiché promuove l’importanza della ricerca e la diffusione della cultura scientifica nella società.

Sabato 18 novembre presso gli spazi del complesso Universitario Palazzo Dossetti (viale Allegri 9) a Reggio Emilia, i ragazzi avranno la possibilità di partecipare a due diverse lezioni. La prima alle ore 15.00 per un pubblico dagli 8 ai 14 anni su “Che cos’è l’Ambiente? Impariamo a salvarlo per vivere meglio tutti” con la prof.ssa Maria Cristina Santini, docente di Diritto Pubblico a Unimore.  Accanto a questa proposta i ragazzi potranno partecipare alla lezione a cura del Planetario di Modena con il dott. Pierluigi Giacobazzi che proporrà “In viaggio sull’astronave Terra. Osserviamo il cielo”. In questo caso le lezioni saranno due: la prima alle 15.00 per un pubblico di ragazzi fra gli 8 e i 10 anni e la seconda alle 16.30 per ragazzi dagli 11 ai 14.

Unijunior, da quest’anno, è inoltre entrato a far parte della rete europea delle università per ragazzi, la  EUCU.NET – European Children’s Universities Network e, per questa edizione, ha in serbo un calendario ricco di nuove proposte con viaggi attraverso la storia, le esplorazioni, lo spazio, l’ambiente, la mente, l’evoluzione, il web, per un totale di 16 lezioni, tra Modena e Reggio Emilia che giungeranno fino a febbraio 2018 con la festa finale di diploma.

“Da una prima edizione solo modenese – ha ricordato la dott.ssa Milena Bertacchini del Museo Gemma 1786, coordinatrice di Unijunior – con 150 iscritti e un calendario di 5 appuntamenti, nel corso degli anni il progetto si è ampliato nell’offerta delle lezioni e nel numero delle iscrizioni, espandendosi anche su Reggio Emilia e arrivato a raggiungere quota 450 partecipanti. Il progetto Unijunior, rappresenta un ponte fra territorio ed Università. Il fine è quello di contrastare la perdita di interesse verso la conoscenza e la ricerca attraverso una formula che mostra e rende l’Università un luogo accessibile a tutti ed in particolare alle giovani generazioni. Unimore accoglie le famiglie e da “tempio del sapere” diventa anche spazio di condivisione e confronto”.

Per consultare il calendario e per iscriversi visitare il sito www.unijunior.it