Home Cinema Sabato si entra nel vivo del Reggio Film Festival, con un ricco...

Sabato si entra nel vivo del Reggio Film Festival, con un ricco programma di cortometraggi, incontri e iniziative

Si entra nel vivo del Reggio Film Festival, con un ricco programma di cortometraggi, incontri e iniziative. Si parte alle 10.30 con il Casting, aperto a tutti, presso la Libreria Strand-Punto Einaudi in via Emilia San Pietro 22 a Reggio Emilia. I selezionati potranno diventare protagonisti del corto realizzato dal regista Ado Hasanovic con gli allievi del workshop, che verrà girato tra sabato 4 e domenica 5 novembre e verrà proiettato nell’ambito della serata finale del Reggio Film Festival, lunedì 13 novembre al Cinema Rosebud.

Alle 16, al Teatro San Prospero ci sarà la proiezione di corti provenienti da Afghanistan, Repubblica Ceca, Bielorussia, Nuova Zelanda, Francia, Belgio, Germania, USA.

Alle 17.30 sempre al Teatro San Prospero ci sarà l’incontro con Sergio Arecco (foto), critico cinematografico curatore di diverse monografie, che presenterà il libro “Il cinema breve. Dizionario del cortometraggio 1928-2015”. Sarà un’occasione per raccontare l’evoluzione del cortometraggio nel tempo, a partire dagli albori e arrivando ai giorni nostri.

Nel pomeriggi, dalle 17 gli allievi e gli attori del Nuovo Teatro San Prospero invaderanno le vie del centro e si trasformeranno in “Eroi all’improvviso”, dispensando pillole di racconti a tema eroico.

Dalle 19, Spartaco degli Spavaldi e Samuele Huynhong dell’Antica Proietteria proporranno una bizzarra “proiezione nomade supereroica” che allieterà con pillole di cinema breve le vie intorno al Teatro San Prospero.

Alle 21, al Teatro San Prospero, verrà proposta una lunga selezione di corti internazionali.

Il tema degli eroi verrà declinato nei cortometraggi nei modi più svariati. Si va da Perak, un leggendario supereroe che sarebbe vissuto nel periodo della Seconda Guerra Mondiale, a The Dragon Scale, un classico racconto fantasy in cui il rapporto tra padre e figlio e la conquista della fiducia si intrecciano con storie di draghi ed eroi.

Ci sarà poi la storia adolescenziale di un ragazzo alle prese con un gioco elettronico, che ignora la sua compagna di banco che vorrebbe fare altri giochi (How Tommy Lemenchick…).

Il divertentissimo Speed/Dating, in cui un appuntamento al buio rischia di avere conseguenze esplosive.

Skleroz, un cortissimo che racconta di un aspirante poeta alle prese con un pubblico selezionatissimo.

Backstory, l’eroica storia della vita vista da dietro.

An American Dream, quando il sogno americano si sbriciola davanti a una televisione spenta.

Sarà anche proiettato Pink Elephant di Ado Hasanovic, vincitore del Premio del Pubblico al Balkans Beyond Borders Festival a Bruxelles.