Home Reggio Emilia Miglioramento sismico edifici privati: due incontri a Sant’Ilario e Calerno

Miglioramento sismico edifici privati: due incontri a Sant’Ilario e Calerno

Amministrazione Comunale e Cassa Padana promuovono gli interventi, i finanziamenti e le agevolazioni fiscali per dare impulso al settore costruzioni e migliorare la qualità ed il confort degli edifici privati su tutto il territorio santilariese. Due gli incontri di presentazione per la cittadinanza: giovedì 26 ottobre a Sant’Ilario e venerdì 27 ottobre a Calerno.

Nella scorsa legge di stabilità il Governo ha messo a disposizione una serie di agevolazioni fiscali per favorire gli interventi di miglioramento sismico degli edifici privati, attraverso il programma Casa Sicura.
Questo programma, attualmente previsto anche per il 2018 e più noto come “Sismabonus”, riguarda costruzioni adibite ad abitazione (prima e seconda casa), ad attività produttive e parti comuni condominiali situate nelle zone sismiche di fascia 1, 2 e 3, che comprendono quasi tutto il territorio nazionale.
A seconda dei casi, dal 50% fino all’85% delle spese sostenute può essere detratto dalle tasse in 5 anni ed è anche possibile usufruire della cessione del credito di imposta.
Per incentivare quindi i proprietari degli immobili a renderli più sicuri e antisismici, e consentire un’ampia azione di prevenzione approfittando di queste agevolazioni, Cassa Padana, in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Sant’Ilario d’Enza, e la cooperativa sociale Cresco, ha organizzato due incontri pubblici (26 ottobre a Sant’Ilario e 27 ottobre a Calerno) con l’obiettivo di  informare la cittadinanza sulle modalità operative per il miglioramento sismico, sugli aspetti fiscali del Sismabonus e sulle varie possibilità di finanziamento per questo tipo di interventi. Agli incontri parteciperanno il sindaco Marcello Moretti e di Francesco de Cillis (ingegnere Coop. CREsco), Mauro Bellini, (ingegnere Coop. CREsco), Michele Tussi (resp. filiale Cassa Padana).
Peraltro i progetti di miglioramento sismico si potranno avvalere anche dei risultati del processo di mappatura del territorio che in questi anni è stato completato dall’Amministrazione Comunale di Sant’Ilario.
In sostanza, con la conclusione delle analisi cosiddette di microzonazione sismica di terzo livello, i progettisti hanno a disposizione l’analisi delle caratteristiche del terreno su tutto il territorio comunale e le risposte locali (punto per punto) alle sollecitazioni dinamiche che sono attese in caso di scossa sismica: queste informazioni sono una base importante per proporre ad ogni singola abitazione, condominio o agglomerato di abitazioni, gli interventi più idonee per elevare il livello di sicurezza delle strutture.
Cassa Padana è presente sul territorio di Sant’Ilario da circa quattro anni e da sempre vuole essere parte attiva della realtà locale e finanziare iniziative con importanti e positive ricadute sociali ed economiche sul territorio. Pertanto, su proposta dell’Amministrazione, intende erogare FINANZIAMENTI A TASSI PARTICOLARMENTE AGEVOLATI ai privati che dovessero decidere di effettuare il miglioramento sismico della loro abitazione o capannone industriale seguendo il percorso proposto.
Tale percorso è stato illustrato ai tecnici nel corso di un incontro che si è svolto presso la sede municipale, sottolineando la volontà di creare opportunità di lavoro sul territorio e di valorizzare proprio la diffusa rete di professionalità già presenti sul territorio, anche attraverso la creazione di un albo di progettisti disponibili a mettersi a servizio dei privati.
Un percorso utile che, se opportunamente sfruttato, potrà dare un impulso al comparto costruzioni e caratterizzare la realtà locale per qualità e confort degli insediamenti industriali e abitativi.

Incontri pubblici di presentazione

  • giovedì 26 ottobre a Sant’Ilario
    ore 21.00, Centro Culturale Mavarta – via Piave 2
  • venerdì 27 ottobre a Calerno
    ore 21.00, Sala Civica – via Patrioti 1

con gli interventi del sindaco Marcello Moretti e di Francesco de Cillis (ingegnere Coop. CREsco), Mauro Bellini, (ingegnere Coop. CREsco), Michele Tussi (resp. filiale Cassa Padana)