Home Ambiente A Reggio Emilia ulteriori limitazioni al traffico per diverse categorie di veicoli...

A Reggio Emilia ulteriori limitazioni al traffico per diverse categorie di veicoli prima ‘derogate’

L’inquinamento non dà tregua all’aria. Le brevi precipitazioni di ieri non sono riuscite a far scendere sensibilmente le concentrazioni di Pm10, superiori al limite dei 50 microgrammi per metro cubo da oltre 10 giorni consecutivi.

Per cui da domani, martedì 24, e fino a giovedì 26 ottobre (compreso), scattano le misure emergenziali di secondo livello (cosiddetto Allerta 2) per il contenimento degli inquinanti e la salvaguardia della qualità dell’aria.

Gli sforamenti delle concentrazioni delle Pm10 registrati nei giorni scorsi inoltre fanno entrare in vigore a Reggio Emilia – in considerazione delle implicazioni per la salute pubblica – ulteriori limitazioni al traffico, rispetto alle “limitazioni base” e di “primo livello” previste dal Piano regionale dell’aria della Regione Emilia-Romagna, con l’eccezione di casi di emergenza e servizio sanitario.

 

ULTERIORI LIMITAZIONI: ELIMINATE LE PRINCIPALI DEROGHE – I provvedimenti di limitazione del traffico riguardano i veicoli a benzina Euro 0 ed Euro 1 e i veicoli a gasolio Euro 0, 1, 2, 3 ed Euro 4.

Per questi mezzi, vengono eliminate le deroghe alla circolazione sino ad ora previste, da domani non possono perciò circolare le seguenti categorie:

  • autoveicoli con almeno 3 persone a bordo (car pooling) se omologati a 4 o più posti e con 2 persone se omologati a 2/3 posti;
  • veicoli in servizio pubblico, appartenenti ad Aziende che effettuano interventi urgenti e di manutenzione sui servizi essenziali (esempio gas, acqua, energia elettrica, telefonia);
  • veicoli attrezzati per il pronto intervento e la manutenzione di impianti elettrici, idraulici, termici, della sicurezza e tecnologici in genere, per interventi di accessibilità all’abitazione ed il soccorso stradale;
  • veicoli di lavoratori in turno in ciclo continuo o doppio turno, residenti o con sede di lavoro nella zona interessata dai provvedimenti, limitatamente ai percorsi casa lavoro per turni con inizio e/o fine in orari non coperti dal servizio di trasporto pubblico di linea. I lavoratori interessati dovranno essere muniti di certificazione, rilasciata dal datore di lavoro attestante la tipologia e l’articolazione dei turni e l’effettiva turnazione;
  • veicoli di operatori in servizio di reperibilità con certificazione del datore di lavoro;
  • veicoli appartenenti ad Istituti di vigilanza;
  • veicoli adibiti al trasporto di prodotti deperibili (frutta, ortaggi, carni e pesci, fiori, animali vivi, latte e/o liquidi alimentari, latticini, sementi, ecc.);
  • veicoli in servizio di smaltimento rifiuti ed a tutela igienico ambientale; veicoli adibiti allo spurgo di pozzi neri o condotti fognari;
  • adibiti al trasporto di giornali,quotidiani e periodici;
  • veicoli che trasportano attrezzature e merci per il rifornimento di ospedali , scuole, mense, cantieri;
  •  veicoli di autoscuole muniti di logo identificativo, durante lo svolgimento delle esercitazioni di guida(almeno due persone a bordo);
  •  veicoli al servizio delle manifestazioni regolarmente autorizzate e veicoli di operatori economici che accedono o escono dai posteggi dei mercati settimanali o delle fiere autorizzate dall’Amministrazione comunale;
  • veicoli diretti agli istituti scolastici per l’accompagnamento, in entrata ed uscita, degli alunni di asili nido, scuole materne, elementari e medie inferiori, muniti di attestato di frequenza o autocertificazione indicante l’orario di entrata e di uscita, limitatamente ai 30 minuti prima e dopo tale orario;
  • veicoli di interesse storico e collezionistico, di cui all’art. 60 del nuovo Codice della Strada, iscritti in uno dei seguenti registri: ASI, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo, Storico FMI, limitatamente alle manifestazioni organizzate;
  • veicoli appartenenti a persone il cui ISEE sia inferiore alla soglia di 14.000 euro, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni, nel limite di un veicolo ogni nucleo familiare, e regolarmente immatricolati e assicurati, e muniti di autocertificazione;
  • veicoli a servizio di persone soggiornanti presso le strutture di tipo alberghiero site nelle aree delimitate, esclusivamente per arrivare/partire dalla struttura medesima, dotati di prenotazione, oppure facendo pervenire al Corpo di Polizia municipale, nei dieci giorni successivi, apposita attestazione vistata dalla struttura ricettiva, ovvero copia della fattura in cui risultino intestatario e targa del veicolo rilasciata dalla suddetta struttura, a condizione che la stessa sia situata all’interno del Comune;
  •  mezzi di cantiere a servizio della ricostruzione degli edifici danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, limitatamente ai percorsi dalla sede della ditta al cantiere, con attestazione rilasciata dal datore di lavoro o autocertificazione, nel caso di lavoratori autonomi, indicante la sede del cantiere e la natura dell’intervento.

 

RISCALDAMENTO – Scatta quindi il divieto da domani e fino al controllo successivo (giovedì prossimo) di utilizzare biomasse – legna e pellet – per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva inferiore alle quattro stelle. Non si potranno bruciare all’aperto residui vegetali, fare falò, barbecue o fuochi di artificio, né si potranno spargere liquami zootecnici.

Sempre in materia di riscaldamento, le temperature di case, uffici, luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali non potranno superare i 19 gradi, mentre i luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali non potranno spingersi oltre i 17 gradi. Sono esclusi da queste indicazioni gli ospedali e le case di cura, le scuole ed i luoghi che ospitano attività sportive. I divieti si applicano alle 24 ore.

 

CIRCOLAZIONE STRADALE – Da domani e fino al controllo successivo (giovedì prossimo), dalle ore 8.30 alle ore 18.30 non potranno dunque circolare tutti i veicoli a benzina pre-Euro ed euro 1, diesel pre-Euro, euro 1, 2, 3 e 4 e ciclomotori e motocicli pre-Euro.

Potranno invece circolare tutti i veicoli appartenenti alle categorie superiori e quelli alimentati a metano, gpl, elettriche e ibride. E’ vietato inoltre sostare a motore acceso.

 

DOVE – All’interno dell’area interessata dal provvedimento – il tessuto urbano di Reggio Emilia – è consentita la circolazione esclusivamente sui seguenti assi di attraversamento, che manterranno la normale transitabilità:

  •  Strada statale 9 – via Emilia – direttrice Parma-Modena (via Fratelli Cervi, tratto compreso tra Gianbattista Vico e l’imbocco con la Tangenziale Nord – Strada Tangenziale Nord – Via Pasteur);
  •  Strada statale 63 – Del Cerreto (direttrice Castelnuovo Monti): via Hiroshima – via Chopin – via Inghilterra – via Martiri della Bettola (tratto compreso tra via Inghilterra e via della Repubblica).
  • Raccordo tra Sesso e la tangenziale: via dei Gonzaga (fino a viale Città di Cutro) – viale Città di Cutro – svincoli di collegamento tra viale Città di Cutro e la tangenziale
  • Direttrice Bagnolo in piano, autostrada e stazione Av: viale Trattati di Roma – via Filangeri – via Città del Tricolore
  • Direttrice Bagnolo in piano – via Morandi e tangenziale: via Gramsci – via Green – via Lincoln – via Morandi
  • Strada statale 467 – direttrice Reggio Emilia – Scandiano: via Vertoiba, via dell’Aeronautica, via del partigiano, via Martiri di Cervarolo (tratto compreso tra via del Partigiano e via Enrico Fermi);
  • Strada provinciale 28 – via Gorizia (direttrice Cavriago): via Teggi – via Gorizia (tratto compreso da via Alessandro Volta alla rotatoria dell’acquedotto con via Inghilterra – via Chopin);
  • Tangenziale Sud-Est (da via Inghilterra a via Pasteur) e via Bocconi: viale Fornaciari – viale Salvarani – viale Piacentini – viale monsignor Cocconcelli – via Pasteur – via Bocconi.

 

PARCHEGGI – Attraverso i corridoi di attraversamento sono raggiungibili i seguenti parcheggi, di cui è consigliato avvalersi: via Fratelli Manfredi (parcheggio ex Foro Boario), piazzale Europa (via Ramazzini, parcheggio Cim), via Kennedy (intersezione con via Hiroshima-Meridiana), via Emilia (intersezione con via Hiroshima-via Kennedy-Volo), via Inghilterra (intersezione con via Francia-Le Querce), via Amendola (via Emilia Est, piazzale Funakoshi).

Attraverso i corridoi di attraversamento è possibile anche raggiungere l’Arcispedale Santa Maria Nuova.

L’elenco completo delle limitazioni e delle esenzioni è pubblicato all’indirizzo www.comune.re.it.

***

Per conoscere a quale categoria appartiene la propria auto è possibile consultare la carta di circolazione: su quelle di nuovo tipo è riportata alla lettera v.9; su quelle di vecchio tipo l’indicazione si trova nel riquadro 2.

L’elenco completo delle direttive euro di riferimento è pubblicato all’indirizzo www.comune.re.it

Info: Comune Informa Urp via Farini, 2/1 – tel. 0522.456660 – email: comune.informa@municipio.re.it – www.comune.re.it/nuoveideeincircolazione

Iscriviti alla newsletter Comune Informa su www.comune.re.it/newsletter

Seguici su telegram @ComuneREbot