Home Cronaca Nonno ladro preso dai carabinieri a Rubiera

Nonno ladro preso dai carabinieri a Rubiera

Sue vittime preferite erano anziani che in sella a bici da passeggio giravano in paese. Una volta scelta la vittima, come peraltro documentato dal sistema di videosorveglianza di alcune attività commerciali, il “nonno” ladro attendeva che la bicicletta venisse parcheggiata per poi colpire rubando il velocipede. Con la bicicletta rubata girava per il paese in attesa di altra vittima che poi derubava abbandonando sul posto la bicicletta rubata in precedenza.

A scoprirlo i carabinieri della stazione di Rubiera che grazie all’eccezionale connubio tra le indagini tradizionali e la tecnologia, in questo casa assicurata dal sistema di videosorveglianza di un’attività commerciale, hanno identificato in un 80enne rubierese l’autore di due furti in rapida sequenza di altrettante biciclette sottratte a due anziani: una 71enne e un 70enne del paese.

Con l’accusa di furto aggravato e continuato i carabinieri della locale stazione hanno denunciato alla Procura reggiana un pensionato 80enne abitante a Rubiera. Stando alle risultanze investigative sarebbe lui l’autore di due furti in fotocopia compiuti il 6 e l’8 ottobre scorsi ai danni di due pensionati di Rubiera a cui il ladro seriale ha rubato le rispettive biciclette, recuperate dai carabinieri. Secondo quanto documentato anche dal sistema di videosorveglianza di un negozio l’odierno indagato la mattina del 6 ottobre scorso derubava un 70enne che con la bicicletta aveva raggiunto un negozio dove era entrato avendo cura di lasciare all’esterno la bicicletta chiusa a chiave. L’anziano ladro, come documentato dalle telecamere dello stesso negozio che guardano all’esterno, previa effrazione della catena si impossessava della bicicletta dileguandosi. Una volta formalizzata la denuncia i carabinieri di Rubiera visionando le immagini indirizzavano le attenzioni nei confronti dell’odierno indagato. Quest’ultimo 2 giorni dopo ripeteva il colpo questa volta ai danni di una 71enne che veniva derubata della bicicletta dopo che si era recata in un bar di Rubiera. Il rinvenimento all’esterno della prima bicicletta rubata al 70enne induceva i carabinieri a ritenere che il ladro fosse lo stesso pensionato che i militari andavano a “visitare”  a casa, trovando i dovuti riscontri alle ipotesi investigative. Nell’androne condominiale dove vie l’uomo infatti i carabinieri di Rubiera hanno trovato la bicicletta rubata dall’80enne alla pensionata reggiana a cui la bicicletta veniva restituita. Il ladro invece rintracciato a casa veniva condotto in caserma e denunciato alla Procura reggiana con l’accusa di furto aggravato e continuato di biciclette.