» appennino parmense - Cronaca - Parma

Carabinieri di Borgo Val di Taro: sei ordinanze di custodia cautelare

Nella mattina del 23 febbraio 2018 i Carabinieri di Borgo Val di Taro, coadiuvati dai Carabinieri di Rho e Milano Porta Magenta e coordinati dalla Procura della Repubblica di Parma, davano esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale, nei confronti di 6 persone, tutte straniere.

L’indagine, denominata “Pokemon Go” per il modus operandi con il quale si sviluppava, perché come nel video gioco, i Carabinieri hanno dovuto cercare, localizzare e catturare gli spacciatori e fornitori,  dislocati all’interno di una rete delinquenziale tessuta nel Nord Italia, era iniziata nel 2016 a seguito del ritrovamento di un modico quantitativo di marijuana,  in possesso di un ventiduenne di nazionalità Ghanese, domiciliato a Borgo Val di Taro,  pronto per essere spacciato. Le investigazioni svolte permettevano di individuare ed arrestare, nell’agosto 2016, uno degli spacciatori di riferimento per lo smercio dello stupefacente in tutta la Val Taro,   C.S. , incensurato, di 38 anni  trovato in possesso di grammi 300 di hashish. Ulteriori indagini permettevano di individuare alcuni degli spacciatori  dimoranti nella città di Parma e,  in particolare, colui che l’aveva ceduta al Borgotarese per la vendita,  un marocchino di 41 anni, A.A. ed un altro di 25, K.M che risultavano essere il canale di collegamento  attraverso il quale la droga arrivava da Milano a Parma e nelle province limitrofe di Reggio Emilia e La Spezia. Contemporanemante venivano individuati anche i terminali di spaccio del capoluogo, in particolare due cittadini magrebini, C.C. di 49 anni ed O. A. di 37 anni, per i quali veniva accertata la cessione di stupefacente anche a persone di giovane età. Coinvolti nel traffico anche altri due maghrebini abitanti a Milano, uno dei quali risultava  appartenere ad una famiglia di origine marocchina i cui componenti erano tutti  legati ad un traffico internazionale di sostanze stupefacenti che dal Marocco, attraverso la Spagna,  giungeva alle diverse province del Nord Italia e quindi a Parma.

L’indagine è durata per più di un anno ed ha portato all’arresto di otto persone e venivano operati:

  • sequestro di 1200 grammi di cocaina in Borgo Val di Taro  nel mese di novembre del 2016  con   l’arresto del corriere marocchino  H.M. di 34 anni,   bloccato al casello autostradale di Borgo Val di Taro
  • sequestro di 500 grammi di cocaina in Sarzana nel dicembre del 2016  con l’arresto di  S.C., un magrebino di 36 anni
  • sequestro di 300 grammi di hashish effettuato in Borgo Val di Taro nell’agosto del 2016 con l’arresto di  C.S. di 38 anni, incensurato.
  • sequestro 600 grammi di hashish effettuato  nel mese di Settembre  2016 in Sant’Ilario D’Enza (RE) con l’arresto di due persone di nazionalità italiana, di 17 e 33 anni.
  • sequestro di 1,20 Kg. di hashish effettuato in Parma nel mese di ottobre .2016  nei pressi del Centro Torri di Parma
  • sequestro di 1 kg. di hashish effettuato in Parma nel mese di novembre 2016 con l’arresto del cittadino egiziano  B.A. di 39 anni.
  • sequestro di 490 grammi di hashish/ovuli  effettuato in Parma nel mese di febbraio 2017 con l’arresto di A.A. e K.T. , entrambi tunisini,  di 35 e 48 anni.

Venivano sottoposte ad ordinanze di custodia cautelare sei persone e posti ai domiciliari a Parma altri due soggetti implicati nella vasta rete di spaccio di stupefacenti. Altri tre marocchini sono attivamente ricercati presumendone il loro ritorno nel paese di origine.




Linea Radio Multimedia srl • P.Iva 02556210363 • Cap.Soc. 10.329,12 i.v. • Reg.Imprese Modena Nr.02556210363 • Rea Nr.311810
Tutti i loghi e marchi contenuti in questo sito sono dei rispettivi proprietari.
Parma2000.it supplemento al quotidiano Sassuolo2000.itReg. Trib. di Modena il 30/08/2001 al nr. 1599 - ROC 7892 • Direttore responsabile Fabrizio Gherardi
Il nostro news-network: Sassuolo 2000 - Modena 2000 - Bologna 2000 - Reggio 2000 - Parma 2000 - Carpi 2000 - SassuoloOnLine
© 2018
· RSS PAGINA DI PARMA · RSS ·
• 16 query in 0,413 secondi •